Ragazza di Agrate scomparsa: incredibile come è stata ritrovata

Fermata a Lampedusa dal comandante dei carabinieri di Agrate, in vacanza

Ragazza di Agrate scomparsa: incredibile come è stata ritrovata
Cronaca 24 Settembre 2017 ore 07:00

La ragazza scomparsa per tre giorni è stata ritrovata a Lampedusa dal comandante dei carabinieri di Agrate, il maresciallo Andrea D’Antoni. Una storia che ha dell’incredibile, che ha per protagonisti anche l’appuntato della stessa stazione dei carabinieri, Ciro Barca, il comandante della Polizia locale di Agrate Gioacchino Lorenzo e altri agratesi.

L’incredibile coincidenza

Il gruppo, infatti, si trova in questi giorni in vacanza sull’isola della Sicilia con le rispettive famiglie. E proprio qui, casualmente, aveva trovato rifugio Francesca Missaglia, 22 anni, scomparsa dalla sua abitazione di Agrate da mercoledì.

I fatti

La notizia della scomparsa di Francesca Missaglia e l’appello lanciato dai genitori e dalla sorella erano incominciati a circolare nella giornata giovedì scorso. In un attimo foto e segnalazione sono finite anche sugli smartphone della comitiva agratese in vacanza a Lampedusa. Tra loro anche il notissimo medico condotto di Agrate, Giuseppe Arbore. Pare sia stato proprio il dottore a riconoscere per primo nella foto di Francesca la stessa ragazza che solo poche ore prima era seduta accanto a lui nel volo aereo partita da Milano. Non solo, nelle ore successive all’arrivo la giovane era stata notata per le vie del paese della località turistica anche dal comandante dei carabinieri D’Antoni, dall’appuntato Barca e dal comandante della Locale Lorenzo, che naturalmente ancora non sapevano che fosse scomparsa da casa e che la famiglia la stesse cercando disperatamente.

Una volta appresa la notizia, i due carabinieri e il comandante della Locale si sono quindi subito rimessi in cerca della giovane. Una ricerca durata alcune ore, fino a quando nel tardo pomeriggio di ieri,  venerdì, l’hanno nuovamente individuata tra la gente che passeggiava per le vie del centro. A quel punto è bastato chiamarla per nome ad alta voce per avere la certezza che fosse lei.  Francesca si è voltata e si è avvicinata ai tre, che l’hanno tranquillizzata e accompagnata  nella caserma di Lampedusa da dove ha potuto  comunicare ai propri familiari di essere sana e salva. Un epilogo fortunatamente positivo e per certi versi incredibile.

Le parole del sindaco

La notizia del ritrovamento  è naturalmente rimbalzata anche ad Agrate. Tra i primi ad apprenderla il sindaco Ezio Colombo che ha voluto complimentarsi con le persone che hanno rintracciato la giovane consentendo ai familiari di tirare un sospiro di sollievo. “Vorrei ringraziare di tutto cuore  a nome degli agratesi il comandante dei carabinieri D’Antoni, l’appuntato Barca e il comandante della Polizia locale Lorenzo  – ha detto Colombo – Pur essendo in vacanza si sono spesi con grande impegno e tenacia per rintracciare la ragazza, che fortunatamente è stata ritrovata sana e salva. Grazie alla loro professionalità hanno messo il lieto fine ad una vicenda che ci aveva molto preoccupato e tenuto in apprensione”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità