Glocal news
banca del territorio

Bcc Barlassina: al via l'associazione Groane Vita

Presentata alla comunità la nuova associazione assistenziale di natura mutualistica lanciata dalla banca di credito cooperativo

Glocal news 11 Ottobre 2021 ore 08:42

E’ nata una nuova associazione assistenziale di natura mutualistica che ha come socio promotore e sostenitore BCC di Barlassina: è Groane Vita.

GUARDA IL VIDEO 

Cos'è Groane Vita

Giovani e meno giovani, ma soprattutto i loro bisogni: dalla salute alla formazione all'animazione culturale. Sono platea ed obiettivi del progetto che consentirà significativi risparmi o rimborsi spese sulle prestazioni private erogate da enti convenzionati del territorio, promuoverà campagne di prevenzione e informazione a condizioni speciali riservate agli associati e proporrà eventi su temi d'interesse comune. E' l’evoluzione naturale di un più ampio e ambizioso progetto (Mutue di Comunità) sviluppato dalla Federazione Lombarda delle Bcc e da Compita, consorzio nazionale delle Mutue di previdenza e assistenza. Funzionerà secondo un approccio semplice, veloce e accessibile, con un costo annuo per i soci veramente contenuto e differenziato per età.

"E’ l’aggiunta di una freccia importante al nostro "arsenale” sociale", così il presidente di Bcc Barlassina, Stefano Meroni, ha inquadrato l’avvento del nuovo ente a cui, per ora, hanno aderito 200 soci, anche se

"il nostro raggio d’azione si estenderà il più possibile sul territorio. Perché, lo sappiamo, si vive meglio dove c'è una banca di credito cooperativo. Non è un vano pensiero o una sorta di spot pubblicitario ma una convinzione supportata dai fatti. In pandemia, per esempio, abbiamo erogato il doppio di finanziamenti in aiuto alle imprese rispetto alla propria quota di mercato su base nazionale. Abbiamo aiutato svariate centinaia di associazioni, dal sanitario al culturale, dalla musica agli oratori".

La struttura dell'associazione

Groane Vita si baserà su un principio cardine: la sussidiarietà. Parola del presidente d’associazione, Marco Galanti:

"Ci rivolgeremo a tutti coloro che si configurano come portatori di esigenze nell'ottica del principio della sussidiarietà. Abbiamo aperto finora convenzioni con 25 enti in vari settori e ne apriremo presto delle altre. Un occhio di riguardo lo avremo anche per la cultura con collaborazioni tra teatri e scuole di musica del territorio".

Avrà una sede sociale autonoma, con accesso da via Cristoforo Colombo, 5, a Barlassina, e resterà aperta al pubblico ogni mercoledì dalle 10.30 alle 18.30. Il taglio del nastro dei locali è avvenuto venerdì 1 ottobre, una data che ha sancito l’avvio vero e proprio dell’attività dell’associazione.

La semestrale di BCC Barlassina

Un’inaugurazione arrivata mentre BCC Barlassina è reduce da una buona semestrale e continua ad aumentare il suo sostegno a territorio, imprese e famiglie. I dati della banca sono confortanti e confermano il trend positivo riavviato nel precedente esercizio, indicano la prosecuzione del progetto di efficientamento della cooperativa di credito barlassinese. Sono anche il segnale di ripresa dell'economia in una specifica area geografica, seppure nei chiaroscuri dell'attuale complesso scenario economico e sociale. In merito allo stato di salute del gruppo bancario si è espresso il direttore Giorgio Porro:

"Al 30 giugno 2021 i fondi propri si sono attestati a oltre 144,5 milioni di euro, con un indice di solidità (CET1) tra i migliori in assoluto (22,13%). Il nostro utile netto ha superato 1,8 milioni di euro, mentre sono spiccati per positività anche i dati relativi ai nuovi 39 milioni di impeghi lordi (+5,29% sul 31 dicembre precedente) e alla raccolta diretta (+3,93%), con una raccolta complessiva arrivata a 1,73 miliardi di euro (+4,84%). I crediti "in bonis" sono aumentati del 5,60% mentre quelli deteriorati netti scesi del 10,92%, segnalando un costante miglioramento della qualità complessiva dei crediti in portafoglio".

Degni di nota in questo quadro, poi, i dati di incremento riferiti al risparmio gestito (+17,72%) e alle polizze di bancassicurazione (+4,48).

Sviluppare un welfare territoriale

Il connubio tra natura finanziaria e profilo giuridico di una vera cooperativa a mutualità prevalente è insito nel Dna di BCC Barlassina:

"Una banca di relazione e banca sussidiaria capace di generare buone pratiche sociali o addirittura capace di promuovere e sostenere ex novo una vera e propria associazione mutualistica di assistenza", ha spiegato sempre Porro.

Nell'annus horribilis della pandemia un ulteriore motivo di orgoglio: la banca ha erogato complessivamente contributi sociali per oltre 430mila euro, di cui 135mila per il sostegno allo studio di centinaia di giovani e giovanissimi e 222 mila in donazioni a ospedali ed enti di pronto soccorso.

Una tradizione che non si ferma, come confermato da Nicola Piccinelli, project manager di Federazione lombarda Bcc per Mutue di comunità e vice presidente di Comipa (Il consorzio nazionale delle “Mutue” del Credito Cooperativo). Infatti in questa nuova iniziativa

"vi è lo sviluppo di un welfare territoriale e di prossimità che vede la mutua e la Cooperazione di Credito come agenti di promozione sociale".

Necrologie