Glocal news
TRA GUERRA E SPORT

Da Mariupol all'Italia con il sogno del grande tennis

Il 18enne Denys Zamaraiev si trova al momento al numero 280 delle classifiche Atp. Si allenerà negli States grazie a una borsa di studio di Michigan University.

Da Mariupol all'Italia con il sogno del grande tennis
Glocal news 31 Maggio 2022 ore 20:05

Dai bombardamenti della guerra all'olimpo del tennis, il sogno di Denys proseguirà negli Stati Uniti.

Resta accesa la fiamma della passione per il tennis di Denys Zamaraiev, l'atleta ucraino che nonostante i bombardamenti e la lontananza dalla propria famiglia, è stato accolto in Italia, a Reggio Emilia e continua a coltivare il proprio sogno di diventare un campionissimo della racchetta, allenandosi al Cere, il Circolo di equitazione della città emiliana.

Dai bombardamenti di Mariupol all'Italia per non far svanire un sogno

Come racconta Prima Reggio Emilia, la storia di Denys è tutta legata al destino e a una serie di coincidenze. Nella sfortuna anche un po' fortunate.

Se infatti la sua nazione e la sua gente è stata attaccata ormai più di tre mesi fa dall'esercito russo dopo l'ordine di invasione dato dal numero uno del Cremlino Vladimir Putin, Denys al momento dell'invasione dell'Ucraina si trovava in Turchia per un torneo.

Il tennista, 18 anni, è dunque uno dei pochi fortunati atleti riusciti ad arrivare in Europa e a coltivare l'ambizione sempre più concreta di andare negli Stati Uniti.

L'accoglienza in Italia prima del biglietto per gli States

A raccontare l'accoglienza del giovane atleta è proprio il direttore del Cere Alessandro Tosi, incaricato di seguire direttamente Denys durante la sua permanenza nel nostra Paese:

"Come circolo abbiamo un contatto con il tennista ucraino Illja Marchenko, un top player del circuito Apt, che si è adoperato per trovare una sistemazione in Europa che potesse garantire ai giovani tennisti del suo Paese di continuare la loro attività sportiva. Fin da subito avevamo dato la nostra disponibilità e ci siamo organizzati grazie ai nostri soci e abbiamo trovato una famiglia, che vuole restare anonima, che si è detta disponibile ad ospitare Denys".

Sosta forzata e la lontananza dai genitori

In buona sostanza, in poco tempo Denys è diventato un beniamino di tutti e da tutti si sta facendo voler bene, nonostante le preoccupazioni per i genitori rimasti in Ucraina.

Denys riesce comunque a sentirli telefonicamente quasi tutti i giorni rimanendo aggiornato sulla situazione a Mariupol.

Pur allenandosi, il tennista è però alle prese con una pausa forzata per l'impossibilità a partecipare a tornei con montepremi, in quanto il 18enne (attualmente al numero 280 della classifica Atp) è vincitore di una borsa di studio con l’Università del Michigan.

Una borsa di studio di cui con tutta probabilità inizierà a beneficiare da agosto quando  dovrebbe partire per gli Stati Uniti.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie