Menu
Cerca
Anci Lombardia

Intimidazioni verso le amministrazioni, la battaglia di Anci

Guerra: "necessario sostegno, una democrazia soggetta a condizionamenti si indebolisce"

Intimidazioni verso le amministrazioni, la battaglia di Anci
Glocal news 11 Giugno 2021 ore 11:30

“Affrontare il tema delle intimidazioni ai danni delle amministrazioni comunali non significa solo difendere e sostenere chi oggi è in prima linea per il bene delle comunità, ma significa anche difendere la democrazia. Perché una democrazia soggetta a condizionamenti si indebolisce. Ecco perché per noi di Anci questo momento formativo e di sensibilizzazione è davvero molto importante”. Ha aperto così il suo intervento il Presidente di Anci Lombardia Mauro Guerra in occasione della giornata formativa in tema di prevenzione e contrasto al fenomeno dell'intimidazione ai danni degli amministratori degli enti territoriali. Una giornata promossa dalla Prefettura di Milano e ANCI Lombardia, con la collaborazione di Avviso Pubblico e l'Università degli Studi di Milano, organizzata in modalità videoconferenza.

Una giornata per difendere i sindaci e le amministrazioni

Il momento formativo organizzato nella mattinata di giovedì 10 giugno ha rappresentato anche l’occasione per presentare i risultati del questionario anonimo somministrato tramite modalità digitale nelle scorse settimane a tutti gli amministratori locali lombardi. Dal questionario è emerso che il 76% degli aderenti ha detto di non aver subito intimidazioni. Mentre nel novero dei 25% che le ha subite, il 39% ha subito condotte di screditamento, calunnie, diffamazioni o minacce attraverso il web.

L'intervento del Presidente Guerra

Il Presidente Guerra ha posto l'attenzione anche sull’importanza della legge 105 del 2017:

"Non solo per l’apparato sanzionatorio, ma perché ha definito l’introduzione dell’osservatorio che ha permesso di avere consapevolezza del fenomeno, capire le tendenze e condividere conoscenze. Sindaci e amministratori con l’adesione al questionario hanno infatti arricchito un patrimonio di conoscenza".

Guerra ha poi concluso dicendo:

“Ci sono vari livelli di intimidazioni, che incidono molto sulla libertà di azione degli amministratori, ed è importante conoscerli per discernerli e trovare la più adeguata modalità di reazione. I sindaci, anche a causa della pandemia non stanno vivendo un momento semplice, al quale si aggiunge un degrado del confronto politico che non aiuta. Se a tutto questo si aggiunge il peso delle intimidazioni su Sindaci ormai responsabili di tutto, la situazione diventa davvero insostenibile. Per tutte queste ragioni credo sia il momento per costruire momenti di maggiore serenità e per poter lavorare al meglio al servizio dei territori e dei cittadini".

Necrologie