Sponsorizzato

Sbiancamento professionale per un sorriso splendente

Nello studio del dottor Bruno Barbaro a Bellusco si eseguono trattamenti che restituiscono ai denti un aspetto piacevolmente candido

Sbiancamento professionale per un sorriso splendente
04 Giugno 2020 ore 11:15

Nello studio del dottor Bruno Barbaro tra i trattamenti più richiesti c’è quello dello sbiancamento del sorriso. I denti, infatti, sono considerati un po’ da tutti come il proprio miglior biglietto da visita, per questo quando ingialliscono nasce spesso il desiderio di farli tornare il più possibile candidi.

Sbiancamento, i trattamenti

Il dottor Barbaro spiega che esistono diverse procedure per far ritornare i denti bianchi, da svolgersi nello studio dentistico o a casa. Per  ciascuna di esse è previsto l’utilizzo del perossido di idrogeno o del perossido di carbammide in diverse percentuali. “Solitamente il risultato è straordinario – commenta il dottore – Una volta recuperato un sorriso bianco e brillante, basteranno alcuni semplici accorgimenti per mantenere a lungo il candore”.

I dottori Bruno e Andrea Barbaro

Denti bianchi, i consigli del dentista

“Adottando alcuni semplici accorgimenti è possibile riuscire a mantenere a lungo i denti bianchi. Per esempio, prima responsabile dell’ingiallimento dei denti è la placca batterica: una corretta igiene orale con lavaggio dei denti tre volte al giorno, filo interdentale e collutorio aiuterà a salvaguardare il sorriso.  Responsabili dell’ingiallimento dei denti sono anche le bevande e i cibi acidi che intaccano lo smalto lasciando emergere la dentina. Naturalmente, dovremmo cercare di evitarne il più possibile l’assunzione. Attenzione  al tabacco, sia da fumare sia da masticare. L’effetto ingiallente del catrame e della nicotina che contiene è pessimo sia per la nostra salute generale, sia per quella del sorriso. Occhio poi a tè, caffè, frutti di bosco e  vino che, complici i tannini, possono rovinare non poco il lavoro del dentista. Infine, a ingiallire i denti contribuiscono anche alcuni antibiotici, gli antistaminici, alcuni antipsicotici e i farmaci per curare l’ipertensione. E’ evidente come, seguendo le corrette condotte, sarà possibile conservare  lungo gli effetti dello sbancamento”, conclude il dottor Barbaro.

Lo sbiancamento alla poltrona

Quando si decide di sottoporsi a uno sbiancamento professionale, sarà il dentista a indicare al paziente la modalità migliore per effettuarlo con successo: “Se alla poltrona si ricorre a perossido di idrogeno o a perossido di carbammide in diverse percentuali – spiega il dottor Barbaro – il dentista li attiverà  tramite luce alogena, LED, laser o metodo termocatalitico. Prima di effettuare lo sbiancamento, naturalmente, si effettua sempre una pulizia professionale. Eseguire lo sbiancamento alla poltrona permette al paziente di scegliere l’intensità del risultato, il quale dipende dalla concentrazione del principio attivo utilizzato e dalla durata del trattamento (tempo di permanenza della soluzione a contatto con i denti)”.

Lo sbiancamento a casa

La prima raccomandazione del dentista è quella di non confondere questo trattamento con quelli “Fai da te”,  che si eseguono ricorrendo a prodotti in vendita solitamente nella grande distribuzione. “Lo sbiancamento domiciliare  si esegue sotto stretto controllo medico attraverso l’utilizzo di apposite mascherine in silicone personalizzate che il  paziente le riempie con un gel di perossido di carbammide con una concentrazione al 10%. Le mascherine vengono indossate durante le ore notturne e, solitamente, si portano per sei giorni non consecutivi in quanto è molto importante riuscire a evitare fenomeni di sensibilizzazione. Si tratta di una tecnica conservativa che garantisce lunga durata nel tempo e riduce gli eventuali effetti collaterali.

Le macchie dentali

La rimozione delle macchie dentali è caratterizzata da un procedimento diverso dallo sbiancamento. 

La loro rimozione, infatti,  avviene mediante l’applicazione di una particolare pasta abrasiva ad azione smacchiante e all’utilizzo di un getto molto potente di acqua e bicarbonato (Air-Flow) la cui azione viene esercitata solo sulle macchie dentali più esterne”.

Le faccette

“E’ possibile ritrovare un sorriso perfetto anche posizionando sulla superficie dei denti le ormai famose faccette di porcellana. Queste s’incollano sulla parte visibile dei denti, migliorandone così l’aspetto in modo evidente.

 E’ vero che anche in questo caso il risultato è quello desiderato, ma non si tratta di uno sbiancamento. Le faccette garantiscono comunque una resa estetica ottimale”.

Per informazioni sullo sbiancamento e sulle faccette estetiche, lo staff del dottor Barbaro è a disposizione degli interessati in sede, all’indirizzo indicato nello spazio pubblicitario sottostante.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia