Contagi di ritorno

Allarme badanti: obbligo di quarantena per chi arriva da Romania e Bulgaria

Focolai all'esterno, schizzano i positivi: stretta del ministro della salute Speranza.

25 Luglio 2020 ore 11:39

Nuovi focolai, paesi isolati e numeri record. Il virus ha attaccato Romania e Bulgaria scatenando un allarme badanti in Italia.

GUARDA IL SERVIZIO:


Obbligo di quarantena per chi arriva da Romania e Bulgaria

Il virus non è sconfitto secondo il ministro Speranza, che ha così motivato l’obbligo di quarantena per i cittadini che negli ultimi 14 giorni abbiano soggiornato in Bulgaria o Romania (limitazione che già riguarda chi proviene da aree extra-Schengen). Il ministro riprende una prescrizione dell’Oms che suggerisce restrizioni più rigorose dove necessario.

L’epicentro è Bucarest, ma i focolai sono ovunque e anche il primo ministro bulgaro è in quarantena.

Siamo ad oltre 42mila contagi in Romania e quasi 10mila in Bulgaria, ma ciò che preoccupa è l’impennata.

Allarme badanti, Coldiretti preoccupata per la vendemmia

Tra badanti e lavoratori occasionali sono più di un milione di lavoratori che vengono in Italia. Dopo il lockdown c’è stato un massiccio rientro nei paesi di origine e ora il ritorno al lavoro con diversi contagi di persone anziane inevitabilmente a stretto contatto con le loro badanti.

I controlli in entrata sono stati quasi inesistenti.

Anche Coldiretti segnala apprensioni per la vendemmia: oltre 100mila stagionali arrivano dalla Romania e dalla Bulgaria.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia