Tutte le informazioni

Sciopero nazionale dei trasporti domani mercoledì 25 novembre 2020

A rischio bus, metropolitane, linee ferroviarie regionali, ma anche aerei, navi e treni.

Sciopero nazionale dei trasporti domani mercoledì 25 novembre 2020
24 Novembre 2020 ore 12:43

E’ programmato per la giornata di domani, mercoledì 25 dicembre 2020, uno sciopero dei trasporti a livello nazionale. Lo stop interesserà potenzialmente tutte le città italiane. A rischio bus, metropolitane, linee ferroviarie regionali, ma anche aerei, navi e treni.

Sciopero nazionale del 25 novembre 2020

A proclamare lo sciopero le sigle USI (Unione Sindacale Italiana) e USB P.I Scuola: fra i settori coinvolti oltre a quello dei trasporti, infatti, anche altre categorie del settore pubblico come sanità e scuola.

Trenitalia e Trenord

Dalla mezzanotte alle ore 21 del 25 novembre 2020 ci sarà uno sciopero nazionale del personale del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane: non sono previste modifiche alla circolazione dei treni a lunga percorrenza. Per quanto riguarda i treni regionali saranno garantiti i servizi essenziali previsti in occasione dello sciopero dalle ore 6 alle ore 9 e dalle ore 18 alle ore 21.

Durante lo sciopero, avvisa Trenitalia, ci potrebbero essere delle variazioni non preventivabili di circolazione treni per cui sarà importantissimo nella giornata del 25 novembre prestare la massima attenzione ai comunicati diffusi dalle stazioni e dagli organi di informazioni.

Anche Trenord comunica che lo sciopero del 25 novembre ci sarà dalle ore 11 alle ore 14.59 e che non saranno coinvolte le fasce di garanzia.

I mezzi pubblici locali

Interessati allo sciopero anche mezzi pubblici locali cittadini come Eav a Napoli, Atm a Milano e Atac a Roma. Fra i promotori della sciopero figura anche la sigla sindacale Usb Lavoro Privato per quanto riguarda il trasporto pubblico locale. Lo sciopero si svolgerà secondo varie modalità a seconda della città coinvolta, pur mantenendo una durata complessiva di quattro ore. A rischio dunque le corse di bus, treni, metropolitane, linee periferiche e pullman del trasporto suburbano e interurbano. Lo sciopero dei trasporti di mercoledì 25 novembre sarà dalle 8:30 alle 12:30.

Le ragioni legate all’emergenza sanitaria

In un comunicato di Usb vengono spiegate le ragioni dello sciopero:

“L’esperienza della prima fase dell’emergenza ha prodotto il necessario cambio di passo rispetto ad assunzioni stabili di personale e finanziamenti per mettere in atto tutte le modifiche che la “lezione” della Covid-19 ha chiaramente indicato. Inoltre, quel che è completamente mancato è soprattutto un lavoro di pianificazione integrata di questi servizi. Era chiaro che con la riapertura delle scuole, a settembre, la curva dei contagi sarebbe nuovamente cresciuta.”

E ancora

“Ognuno di questi servizi essenziali deve essere messo nelle condizioni di garantire i diritti costituzionali per i quali ha ragione d’essere – salute, educazione e istruzione su tutti – e non può diventare luogo di trasmissione incontrollata del virus”. Il sindacato propone “un piano di messa in sicurezza e potenziamento dei servizi pubblici essenziali, quelli che servono a tutti, quelli che devono diventare il cuore della gestione di questa drammatica fase oggi, e domani del suo superamento”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità