Cai Desio, baby escursionisti in gita in Val D’Aosta

Una bella escursione in quota al rifugio Mont Fallère in Valle d’Aosta per i 16 partecipanti al corso di alpinismo giovanile

Cai Desio, baby escursionisti in gita in Val D’Aosta
28 Giugno 2017 ore 13:25

Cai Desio, abbandonate le fresche acque liguri della precedente escursione, i ragazzi del 37esimo corso di alpinismo giovanile sono andati in quota, raggiungendo il Rifugio Mont Fallère in Valle d’Aosta (AO), che sorge nella conca tra il Mont Fallère e il Monte Rosso di Vertosan, in Località Les Crottes, a 2385 metri sul livello del mare, nel comune di Saint-Pierre.

Il corso di alpinismo giovanile in gita al Rifugio Mont Fallère

E’ una struttura nuova con sembianze di una tipica baita di montagna. Per la costruzione, sia all’interno che all’esterno, è stato usato legno vecchio dismesso. La cura dei particolari e le opere d’arte di Siro Viérin, scultore nonché proprietario del rifugio, lo rendono unico.

Lungo il percorso che da Vetan porta al rifugio, i 61 partecipanti hanno potuto osservare tra i rami e dietro i sassi le piccole creature del bosco, realizzate dal Viérin, percorrendo un museo a cielo aperto: il gufo, le civette, il falco e i leprotti, la marmotta, il picchio, il gallo cedrone, la volpe e l’aquila. Avvicinandosi al rifugio le sculture sono diventate più grandi: ed ecco il nonno che indica ai nipoti la direzione per il rifugio, la coppia di camosci e quella di stambecchi.

Dal rifugio la vista spaziava fino al lato opposto della Valle dove, con i suoi 3969 metri sul livello del mare, spiccava la più famosa cima della zona, la Grivola.

I ragazzi hanno visitato le sculture e si sono divertiti al parco giochi

Giunti al rifugio e dopo aver consumato il pranzo al sacco, alcuni ragazzi hanno visitato le sculture più pregiate al primo piano, altri hanno collaudato il parco giochi allestito nelle vicinanze della struttura e realizzato interamente in legno dal gestore. Ma il caldo e gli stagni con le rane presenti nella valle sono stati una forte tentazione per i più piccoli, tanto che presi dalla foga di catturare rane, qualcuno ci è finito dentro, rimediando un bagno dalla testa ai piedi, scarponi ai piedi compresi.

Prossimo appuntamento del corso alpinismo giovanile sarà in programma il 9 e 10 settembre con pernottamento al rifugio Branca, nel Parco Nazionale dello Stelvio, dove i giovani affronteranno anche un escursione sul ghiacciaio dei Forni.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità