Carate, l'ospedale fa scuola per ridurre l'episiotomia

Secondo le indicazioni dell’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) il ricorso alla pratica chirurgica dovrebbe essere minore del 20 per cento.

Carate, l'ospedale fa scuola per ridurre l'episiotomia
Caratese, 30 Maggio 2018 ore 12:21

Ridurre nelle sale parto dell'ospedale di Carate l’episiotomia, un piccolo intervento chirurgico che si potrebbe effettuare durante il parto per agevolare la nascita del bambino.

Ostetricia virtuosa a Carate Brianza

Carate Brianza fa ancora una volta scuola. E’ questo uno degli obiettivi dell’Asst Vimercate dove questa pratica si sta riducendo costantemente. Secondo le indicazioni dell’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) dovrebbe essere minore del 20%. Nell’Unità operativa di ostetricia dell’ospedale di Carate Brianza nei primi mesi del 2018 si aggira attorno al 16%, dato che si è dimezzato negli ultimi anni e che viene costantemente monitorato dall’Asst Vimercate. Per questo motivo la formazione del personale è importante per raggiungere l'obiettivo di ridurre questa pratica nelle nostre sale parto perché la percentuale del suo utilizzo è considerata un importante indicatore di qualità a livello nazionale.

Corso di formazione ad hoc

Di recente a Carate Brianza, organizzato dall’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia diretta dalla dottoressa Anna Locatelli, su questo tema si è svolto un corso di formazione al quale hanno partecipato 40 tra medici, specializzandi, ostetriche e infermieri che hanno fatto anche esercitazioni pratiche con modelli animali, oltre a proiezione di filmati e lezioni interattive, coinvolgendo anche chirurghi generali, fisiatri, fisioterapisti e osteopati. L’obiettivo dell’evento è stato quello di acquisire e aggiornare le conoscenze e le competenze su questo tema.

Seguici sui nostri canali
Necrologie