Economia

Le imprese al tempo del Coronavirus: il caso Solarplay

Un esempio di come si può affrontare l’emergenza sanitaria preservando attività e lavoratori, tra smart working e innovazione

Le imprese al tempo del Coronavirus: il caso Solarplay
Brianza, 20 Aprile 2020 ore 17:10

Le imprese al tempo del Coronavirus: il caso Solarplay. In questa situazione di emergenza sanitaria c’è chi sta cercando di non chiudere la propria attività, preservando posti di lavoro e fornendo servizi utili per i cittadini. È quello che sta facendo Solarplay di Lissone, società specializzata nella realizzazione di impianti fotovoltaici, residenziali e industriali, nuova associata di Confimi Industria Monza e Brianza. E lo ha fatto implementando lo smart working dei suoi dipendenti e collaboratori, circa 200, evitando così di accedere ad ammortizzatori sociali, e aggiungendo ai servizi erogati ai propri clienti quello di disinfezione di tutta la casa, gratuitamente per chi ha installato un impianto fotovoltaico e un accumulatore energetico.

 

Le imprese al tempo del Coronavirus: il caso Solarplay

Manuele Solazzo – General Manager Gruppo Solarplay

Smart working, creatività e nuovi servizi sono le chiavi con cui le imprese possono affrontare l’attuale emergenza sanitaria, magari evitando così di ricorrere agli ammortizzatori sociali o peggio ancora dover chiudere completamente l’attività. Così ha fatto Solarplay presente su tutto il territorio nazionale con sede a Lissone, azienda nel settore delle energie rinnovabili per abitazioni e aziende, con circa 200 addetti tra tecnici, ingegneri, operai, operatori telefonici e venditori e un portafoglio di oltre 4.000 clienti. «Appena varato il decreto governativo dell’8 marzo abbiamo immediatamente dato disposizioni per lo smart working – ci racconta Manuele Solazzo, amministratore delegato di Solarplay – Ho sempre creduto nell’utilizzo delle nuove tecnologie tanto che avevamo già avviato un percorso per ottimizzare i nostri sistemi informatici, realizzandolo per passaggi graduali. Ovviamente la situazione di emergenza ci ha indotti ad accelerare i tempi, arrivando fino all’utilizzo della firma digitale. La vera sfida è stata spostare tutta l’area vendite, dove il contatto con il cliente è sempre stato dal vivo, verso una comunicazione completamente virtuale. Così dall’8 marzo, quando siamo dovuti rimanere tutti a casa, abbiamo adeguato i nostri gestionali e applicativi per la gestione delle vendite da remoto. Credo che non ritorneremo completamente alla vita di prima, dovremo abituarci a nuovi modi per incontrare i clienti, convivendo col virus. E diventa fondamentale adattarsi adesso e non aspettare che passi».

Oltre lo smart working, il servizio di disinfezione

I problemi si sono ulteriormente accentuati con la chiusura di tutti i cantieri. «La nostra abituale produzione mensile prevedeva circa 100 cantieri, con 25-30 persone in attività distribuite sui vari siti sul territorio nazionale – ricorda Solazzo – Come affrontare le nuove restrizioni? Anche i clienti hanno cominciato a rinviare e sospendere i lavori. Credo sia scattato l’istinto di sopravvivenza dell’imprenditore, che affronta le difficoltà con la creatività. Di fronte a tanti slogan abbiamo pensato a come fare qualcosa di concreto per la nostra impresa, i nostri lavoratori e i nostri clienti: cosa possiamo fare per i cittadini? È nata così l’idea di creare una divisione per la disinfezione e igienizzazione degli ambienti. E in 14 giorni abbiamo creato il brand, predisposto tutte le procedure e i protocolli di sicurezza, allineando la rete dei tecnici installatori oltre a quella dei venditori. Ma non facciamo sconti sul servizio, bensì lo regaliamo. Il nostro messaggio di solidarietà in un momento in cui tutta Italia ha cambiato prospettiva è questo: aiutare la nostra azienda a non fermarsi ed erogare a tutti i nostri clienti un servizio fondamentale in un momento in cui la propria sicurezza è un bene inalienabile». È un’azione concreta: Solarplay omaggia tutti i clienti che acquistano un impianto fotovoltaico di un servizio completo di disinfezione e igienizzazione di tutti gli ambienti della casa. È un servizio creato nel rispetto di tutte le regole di sicurezza sanitaria ora in vigore, ed è considerato dal Ministero della Salute un presidio completamente naturale per la disinfezione; al cliente viene anche consegnato un attestato dell’avvenuto trattamento che certifica la bonifica degli ambienti. Per adempiere alle indicazioni attuali del distanziamento sociale tutte le operazioni relative al contratto e alla sua sottoscrizione avvengono esclusivamente da remoto.

Soddisfazione per impresa, lavoratori e clienti

Una nuova organizzazione del lavoro e nuovi servizi per raggiungere un obiettivo: mantenere attiva un’impresa, salvare posti di lavoro e soddisfare i clienti. «Ci conforta che, nonostante la situazione e questi cambiamenti, stiamo raggiungendo ottimi risultati – aggiunge Solazzo – riscontriamo disponibilità da parte dei clienti nell’ascoltare la nostra proposta, con la conseguente vendita di impianti e servizi. Ed è una soddisfazione da condividere con il team di lavoro, mai visto così motivato e pronto a mettersi in gioco, anche grazie ai nostri percorsi di formazione continua con Solarplay Academy».

Indubbiamente molte aziende si sono fermate o hanno notevolmente rallentato l’attività. «Ci sono settori in notevole difficoltà, anche il nostro è praticamente fermo – conclude l’amministratore delegato di Solarplay – Siamo orgogliosi di far parte di quella Italia che non si ferma, accetta i cambiamenti e che cerca di infondere fiducia. Speriamo possa essere un segnale positivo per tutti».

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia