Memorial per Luca, tutti in campo con il cuore che batte

Domenica prossima al Centro Sportivo San Fruttuoso, una giornata di sport e solidarietà per ricordare il monzese scomparso.

Memorial per Luca, tutti in campo con il cuore che batte
Monza, 13 Giugno 2019 ore 20:10

È tutto pronto per la quarta edizione del memorial dedicato a Luca Bertoncin, il 41enne di Monza che perse la vita per un malore fatale quasi quattro anni fa. Un’intera giornata in suo onore, quella di domenica, che radunerà decine e decine di amici al centro sportivo dell’ Asd San Fruttuoso di via Montanari. Furono le parole dell’amico Massimiliano Rolla, il giorno della tragica scomparsa, a sancire una promessa che è diventata ormai tradizione. “Faremo una giornata in sua memoria” promise alla famiglia, e così è stato.

Sport e solidarietà

Saranno due gli ingredienti principali per il memorial che i colleghi, i familiari e gli amici di Luca aspettano con grande emozione. In primo piano lo sport che da quest’anno, per la prima volta, includerà anche la pallavolo. Otto squadre di calcio e altrettante di volley si sfideranno per una sfida dove più che mai sarà importante partecipare, con la voglia di ricordare Luca, grande sportivo e tifoso del Torino. Le partite di calcio inizieranno già dal mattino, mentre per la pallavolo il torneo inizierà alle 14.30.

Ma ci sarà anche la solidarietà. Per il quarto anno consecutivo infatti, verrà fatta una raccolta fondi alla quale è possibile contribuire acquistando la maglietta e i vari gadget “un cuore che batte”. Il ricavato servirà a finanziare l’acquisto di un defibrillatore da donare all’oratorio di San Fruttuoso e per contribuire agli arredi di “Casa Stefania” di Lissone, associazione che si occupa dell’inclusione dei disabili.

Una giornata che, come gli scorsi anni, si preannuncia piena di entusiasmo e amicizia. Sarà attivo tutto il giorno un servizio bar e ristorazione e, per i più piccoli, il trucca bimbi.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia