Coronavirus

Pasqua, intensificati i controlli sulle strade: “Queste festività vanno passate a casa”

Il timore è che vi siano persone intenzionate a raggiungere luoghi di villeggiatura

Pasqua, intensificati i controlli sulle strade: “Queste festività vanno passate a casa”
Monza, 10 Aprile 2020 ore 17:49

“Quest’anno la Pasqua va festeggiata a casa”. In vista del weekend di festività, sono stati intensificati i controlli sulle strade della Provincia di Monza e Brianza. Il timore, infatti, è che vi siano persone intenzionate a raggiungere luoghi di villeggiatura o seconde case, andando così a infrangere le norme in vigore in materia di contenimento del coronavirus.

I numeri dei controlli

Già nella giornata di ieri, giovedì 9 aprile, sono stati effettuati 1.734 controlli su persone e 356 su esercizi commerciali con un bilancio di 58 sanzioni e 3 denunce. Dall’inizio dell’emergenza l’attività di controllo del territorio ha interessato 41.729 persone e 12.753 esercizi commerciali, con 502 sanzioni amministrative e 609 denunce.

Ma in vista delle festività il Prefetto Patrizia Palmisani ha impartito direttive volte a intensificare ulteriormente le attività a partire da oggi, venerdì 10 aprile, con posti di blocco disposti sulle strade del territorio. A ciò si andranno ad aggiungere pattuglie che monitoreranno a piedi i centri cittadini della Brianza. Un’attività che vede impegnate tutte le Forze dell’ordine, dalla Polizia di Stato, ai Carabinieri alla Guardia di Finanza.

L’appello del Prefetto

“Chiediamo a tutti di non muoversi e di trascorrere le festività all’interno delle proprie abitazioni – ha detto il Prefetto Palmisani rivolgendosi ai cittadini – La Pasqua è tra le feste più importanti della nostra tradizione. Purtroppo però quest’anno non potremmo trascorrerla come vorremmo. Gli enormi sacrifici che siamo stati chiamati ad affrontare finora non possono essere vanificati”

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia