Rifiuti nel bosco dello spaccio: “Da lunedì l’esercito in aiuto”

Spazzatura nel letto del torrente, il sindaco di Ceriano Laghetto: “Nessun rispetto vero chi spaccia morte e distrugge l’ambiente”

Rifiuti nel bosco dello spaccio: “Da lunedì l’esercito in aiuto”
18 Novembre 2018 ore 09:59

Trovati sacchi e rifiuti nel bosco e nel letto del Rio Groane durante i consueti controlli di pulizia. Il sindaco di Ceriano Laghetto risponde a pugno duro.

Ancora sacchi e rifiuti nel bosco dello spaccio

Brutta sorpresa sabato durante la  periodica pulizia nel Parco Groane. “Gli spacciatori sono tornati, dopo due anni, a gettare i loro sacchi di rifiuti nel bosco e nel Rio Groane. Infastiditi dalla nostra crescente presenza in un luogo dove si sentono i padroni, sembra quasi, la loro, una sfida”, commenta il sindaco di Ceriano Laghetto Dante Cattaneo.

Esercito schierato da lunedì

“E noi questa sfida la raccogliamo. Raddoppieremo le nostre azioni, da lunedì anche con l’aiuto dell’esercito. Scusate il gesto, ma nessun rispetto verso chi spaccia morte e distrugge il nostro prezioso ambiente. Riprendiamoci il nostro Parco”, tuona il sindaco

La battaglia del “Sindaco anti spaccio”

Continua la battaglia per la sicurezza del sindaco di Ceriano Laghetto, Dante Cattaneo, soprannominato il “sindaco anti spaccio”,. Cattaneo da anni richiama l’attenzione delle istituzioni e delle autorità sulla situazione di degrado della zona del Parco delle Groane, costeggiata dalla linea ferroviaria Saronno-Seregno, la S9 di Trenord, utilizzata dalla microcriminalità per portare la droga a Rogoredo fino ai boschi delle Groane.

PUOI LEGGERE ANCHE: https://settegiorni.it/politica/bosco-della-droga-il-sindaco-cattaneo-torna-in-stazione-con-lufficio-mobile/

Salvini invia l’esercito nelle Groane

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia