Attualità
Cerimonia davanti al Municipio

4 Novembre a Lentate, scoperta la lapide dedicata al Milite Ignoto

Dopo la deposizione della corona di alloro, la proiezione di un video nell'oratorio di Santo Stefano.

4 Novembre a Lentate, scoperta la lapide dedicata al Milite Ignoto
Attualità Seregnese, 04 Novembre 2021 ore 14:02

Un 4 Novembre speciale, con protagonista il Milite Ignoto nel centenario della traslazione della salma nel sacello dell'Altare della Patria a Roma.

Un 4 Novembre dedicato al Milite Ignoto

Anche Lentate ha voluto dedicare la ricorrenza di quest'anno al simbolo di tutti i Caduti in guerra. Con una breve ma intensa cerimonia davanti al Municipio nella mattinata di oggi, 4 novembre 2021, è stata celebrata la Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze armate, alla presenza delle autorità militari, civili e religiose, oltre che dei rappresentanti delle varie associazioni del territorio.

La cittadinanza onoraria al Milite Ignoto consegnata al comandante dei Carabinieri

"Quest'anno la manifestazione ha un carattere particolare, perché celebriamo anche il centenario del Milite Ignoto a cui, come altri Comuni, il Consiglio comunale ha deliberato all'unanimità di conferire la cittadinanza onoraria - ha esordito il sindaco Laura Ferrari - L'atto più importante credo che sia la firma del comandante della stazione locale dei Carabinieri, il luogotenente Alberto Solinas, con cui accetta il conferimento di questo prestigioso riconoscimento al soldato senza nome diventato l'emblema di chi è morto per la patria".

7 foto Sfoglia la gallery

Scoperta la lapide dedicata al Milite Ignoto

Dopo la consegna del documento al comandante, il sindaco ha scoperto la lapide dedicata al Milite Ignoto, affissa sulla facciata del Comune, che recita: "Al fine di coltivare la memoria di tutti i Caduti per la Patria, nella ricorrenza del centenario della traslazione nel sacello dell'Altare della Patria, l'Amministrazione comunale conferisce la cittadinanza onoraria".

La deposizione della corona di alloro alla lapide della Resistenza

Dopo gli squilli di tromba, è stata deposta la corona di alloro alla lapide della Resistenza, sull'altro lato della facciata del Municipio, per rendere onore ai Caduti di tutte le guerre.

Un video sulla traslazione della salma del Milite Ignoto

Infine, tutti all'oratorio di Santo Stefano per la visione di un video dell’Istituto Luce che in pochi minuti ha ripercorso la traslazione del Milite Ignoto da Aquileia a Roma e la tumulazione all’Altare della Patria della bara con i resti di questo caduto in guerra non identificato, divenuto il simbolo di tutte le vittime italiane senza nome dei conflitti. Un momento emozionante, vissuto con grande partecipazione da tutti gli italiani.

Il messaggio del parroco

Al termine della proiezione il parroco, don Marcello Grassi, ha lasciato un messaggio: "Grazie per questo filmato. Fare memoria di tutti i Caduti facendo memoria del Milite Ignoto deve essere un'occasione di ringraziamento a chi ha dato la propria vita per difendere la terra e il popolo ma anche un monito a non ripetere più la guerra e a sacrificare la propria vita per il bene. In questi giorni ci sono stati degli incontri, c'è stato il G20, ora è in corso la Cop26. Chi governa le nazioni di ogni angolo del mondo ha l'impegno ad adoperarsi affinché ogni uomo e ogni donna possano vivere dignitosamente nella propria terra".

Necrologie