Attualità
Oggi il taglio del nastro

A Cesano Maderno inaugurata la nuova piazza

In via Cozzi uno spazio rinnovato a misura di bambini, studenti e famiglie.

A Cesano Maderno inaugurata la nuova piazza
Attualità Seregnese, 11 Aprile 2022 ore 17:49

E' stata inaugurata poco fa, a Cesano Maderno, l'area pedonale di via Cozzi. E' la piazza tra le  scuole King e D'Acquisto.  Per l’occasione, un pomeriggio di iniziative e attività all’aperto

A Cesano Maderno inaugurata la nuova piazza

Un nuovo spazio per la comunità: è l’area compresa tra le scuole Salvo D’Acquisto e Martin Luther King, nata dal progetto di riqualificazione di via Cozzi. Un luogo che i progettisti hanno “arredato” con blocchi geometrici di forme diverse, aiuole, una parete per disegni e murales, una pensilina, e che è già divenuto un punto di riferimento non solo per studenti e studentesse, ma anche per le famiglie, per le mamme con i bambini, per le persone anziane. Il nuovo spazio è stato inaugurato ufficialmente questo pomeriggio. Presenti il sindaco Maurilio Longhin e il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici, Celestino Oltolini, che ha seguito passo dopo passo la realizzazione del progetto, l'assessore all'Istruzione Pietro Nicolaci, rappresentanti della Giunta e del Consiglio comunale cesanese, il dirigente dell'Area tecnica del Comune, Fabio Fabbri, i progettisti dell’area pedonale, architetti Luca Riva e Valerio Testa, il progettista della riqualificazione della scuola Salvo D’Acquisto, ingegner Fabrizio Vismara, studenti e docenti delle scuole Salvo D’Acquisto e Martin Luther King come anche della Sacai, che ogni giorno attraversano la nuova piazza per andare a scuola e che vi sostano all’uscita.

L'area è completamente pedonale

Un pomeriggio di svago e di attività organizzate dalle scuole insieme all’Amministrazione comunale: la mostra all’aperto dei progetti relativi ai lavori, accanto alle idee di progetto degli studenti della Salvo D’Acquisto per la riqualificazione della loro scuola; la realizzazione di trucchi e acconciature artistiche sul tema della primavera ad opera delle allieve della scuola Sacai; le lezioni di musica della Cams- Ricordi Music School. Iniziative rese possibili proprio dalla tipologia del nuovo tratto di via Cozzi. L’area è completamente pedonale, così ha deciso l’Amministrazione comunale, abbandonando l’ipotesi di farvi transitare almeno gli autobus del trasporto scolastico e optando invece per la totale pedonalizzazione così da fare di questo spazio rinnovato un luogo a misura di bambini, studenti e famiglie.

Il progetto ha previsto una nuova pavimentazione ed elementi d’arredo innovativipensati in modo da poter essere fruiti con logiche differenti, lasciando spazio alla creatività: così un blocco di cemento si presta ad essere utilizzato come una seduta o un piano d’appoggio mentre un piano rialzato diventa un palco per esibizioni all’aperto. Strutture geometriche che non intendono indicare funzioni troppo specifiche ma, al contrario, si prestano ad essere interpretate in modo libero e creativo.

Il progetto di riqualificazione del quadrilatero viario

Il progetto si colloca all’interno di un più ampio intervento urbanistico: è il secondo lotto della​ riqualificazione che riguarda il quadrante di via Duca d’Aosta, via Milano, via Cozzi e via Cerati. I lavori hanno fatto seguito a quelli in via Duca d’Aosta, dove è stata riqualificata la rotatoria di fronte alla scuola King e realizzata una nuova rotatoria all'incrocio tra via Milano e via Indipendenza, è stata data continuità al percorso ciclopedonale, sono stati risistemati i marciapiedi e realizzati nuovi attraversamenti pedonali, per una viabilità più razionale ed una mobilità più sostenibile.

Prossimi step: via Cerati, dove verranno realizzati nuovi parcheggi sul lato opposto rispetto a quello attuale, nuovi marciapiedi ed un percorso pedonale costeggiato dai pioppi del parco Arese; e la riqualificazione della scuola Salvo D’Acquisto, il cui progetto è affidato all'ingegner Fabrizio Vismara: i pannelli espositivi, oltre ai lavori delle scuole, contengono alcune tavole con le immagini e i contenuti più importanti del progetto. L’area si configura come porta di accesso ai principali servizi cittadini: gli uffici del Comune, la Posta (tramite il ponte pedonale), piazza Arese e ​Palazzo Arese Jacini, ​ Palazzo Arese Borromeo e il suo Giardino.

Il parcheggio interrato in piazza 25 Aprile o nel posteggio del Comune

Un progetto che, in prospettiva potrebbe integrarsi con un’altra ipotesi progettuale: la realizzazione di un parcheggio interrato, nella vicina piazza 25 Aprile o in alternativa nel parcheggio adiacente al Comune. C’è già lo studio di fattibilità che l’Amministrazione comunale ha affidato ad Assp. "Il tema dei parcheggi interrati si coniuga con l’obiettivo di rendere sempre più vivibile la città, anche per la possibilità di liberare le aree soprastanti dalle auto trasformandole in spazi verdi a disposizione dei cittadini" spiegano dal Comune in una nota ufficiale.

In arrivo la Casetta dell'acqua

Sull’area riqualificata di via Cozzi sorgerà anche una Casetta dell’acqua, come già stabilito da BrianzAcque e dal suo presidente Enrico Boerci. La struttura consentirà agli studenti e ai cittadini di prelevare l’acqua sicura e controllata dell’acquedotto. Acqua a km zero che contribuisce alla sostenibilità, garantendo un risparmio sia economico che ecologico.

Soddisfatto il sindaco Maurilio Longhin: “La rigenerazione di quest’area in un punto nevralgico della nostra città ha rappresentato un impegno importante. Sono orgoglioso del risultato, che coniuga funzionalità e qualità estetica. Mi fa piacere vedere ogni giorno questo spazio frequentato e apprezzato da ragazze e ragazzi e, sempre più, da tanti cittadini. È la realizzazione di un progetto che si riflette positivamente sulla qualità della vita urbana”.

Queste le parole del vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici, Celestino Oltolini: "Sicurezza, vivibilità, coinvolgimento delle scuole: obiettivi impegnativi, che oggi vediamo tradotti in questo spazio rinnovato a disposizione di tutti i cesanesi. Un’opera che si inserisce in un disegno più ampio, sull’asse centrale che da piazza Duca D’Aosta arriva fino a piazza Arese immettendo all’area di Palazzo Arese Borromeo, un grande progetto che  sta cambiando in meglio il volto della nostra città”.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie