Attualità
Desio

A distanza di cento anni Delpini ricorda l'ingresso di Achille Ratti come Arcivescovo di Milano

"Achille Ratti ci voleva saldi nella fede. Oggi come allora l'inizio di un intenso anno pastorale legato alla missione".

A distanza di cento anni Delpini ricorda l'ingresso di Achille Ratti come Arcivescovo di Milano
Attualità Desiano, 08 Settembre 2021 ore 23:38

A distanza di cento anni Delpini a Desio ricorda Achille Ratti Arcivescovo di Milano. Stasera due Arcivescovi sullo stesso altare a distanza di un secolo. L'Arcivescovo di Milano Mario Delpini ha celebrato in Basilica la Messa in ricordo del centenario dell'ingresso di Achille Ratti a Milano come Arcivescovo l'8 settembre 1921.

La Messa celebrata dall'Arcivescovo Mario Delpini

"Grazie di essere qui e benvenuto tra noi - ha detto il prevosto, don Gianni Cesena - Oggi il fonte battesimale è ben illuminato perché è qui che Achille Ratti è stato battezzato. Da Desio Ratti si è poi diretto verso Milano per diventare Arcivescovo di Milano". Desio è la città natale di Achille Ratti, diventato Papa Pio XI dal 1922 al 1939.

Sull'altare anche il prevosto, don Gianni Cesena

L’8 settembre è una festa cara ai milanesi perché il Duomo di Milano è dedicato a Maria Bambina, come recita la lapide sulla facciata: “Mariæ Nascenti”. Ed è idealmente il giorno in cui si avvia il nuovo anno pastorale e l’Arcivescovo presenta le sue linee programmatiche.
"Sentiamo tutta la fatica di essere chiesa missionaria oggi - ha aggiunto il prevosto - Accogliamo il messaggio pastorale di essere una chiesa unita, libera e lieta sentendoci parte della Chiesa universale. "Achille Ratti ci voleva saldi nella fede - ha aggiunto Delpini - Oggi come allora l'inizio di un intenso anno pastorale legato alla missione".

Presenti le autorità civili e religiose

Presenti le autorità cittadine, Agostino Gavazzi, i volontari della Casa del Papa, il sindaco, Roberto Corti, alcuni esponenti del Consiglio comunale, i preti della comunità pastorale, i Padri Saveriani e le religiose, insieme i a tutti i fedeli che hanno riempito i posti a sedere della chiesa. "Oggi siamo qui per fare memoria di un giorno così importante per Desio, Achille Ratti e la chiesa milanese tutta" ha detto l'Arcivescovo.

Al termine la visita alla casa natale di Papa Pio XI

Durante l'omelia monsignor Delpini ha chiesto di pregare per lo Spirito Santo, che "porti frutto nella fede della chiesa". "Amore, gioia e pace è il frutto dell'essere cristiani. Quest'anno pastorale inizia in un momento frenetico, poco dopo la pandemia. Vi esorto ad essere liberi per essere cristiani coerenti. Non dobbiamo dimenticarci che la chiesa esiste per una missione". Terminata la celebrazione l'Arcivescovo ha fatto visita alla casa natale di Papa Pio XI, a fianco della Basilica.

8 foto Sfoglia la gallery
Necrologie