Attualità
Dati 2022 di Muggiò

A Muggiò aumentano le famiglie e i decessi. Ecco i dati 2022 dell'Anagrafe

I dati registrano un sensibile aumento dei nati e un'impennata dei decessi. Muggiò è una città accogliente con 2200 stranieri residenti

A Muggiò aumentano le famiglie e i decessi. Ecco i dati 2022 dell'Anagrafe
Attualità Monza, 13 Gennaio 2023 ore 11:49

Sensibile aumento delle nascite e impennata dei decessi: l’Anagrafe ha aperto i suoi registri per il resoconto annuale.

Poche le nascite e decessi in salita

Nel 2022 ci sono stati piccoli segnali di crescita per la popolazione muggiorese: le cicogne hanno ripreso timidamente a fare la loro comparsa nei cieli della città, riempiendo 157 culle, 4 in più rispetto all’anno precedente. Muggiò ha dato il benvenuto a 74 maschietti e 83 femminucce.

La popolazione residente al 31 dicembre ammonta a 23.674, di cui 12.127 è la componente femminile e 11.547 quella maschile. Un balzo in avanti anche per il numero delle famiglie salite a 10.068, ben 68 in più rispetto al 2021.

L’anno trascorso ha registrato un aumento dei decessi saliti a 240, ben 19 in più rispetto all’anno precedente con la parità di 120 donne e 120 uomini. Insieme all’anno drammatico del Covid con i suoi 307 morti, l’anno trascorso è il secondo con più decessi registrati dal 1970.

Stabile il dato dei matrimoni civili

Stabile da qualche anno il numero dei «si» pronunciati nella Sala civica di Palazzo Isimbardi e nella Sala ovale di Villa Casati, le due location comunali previste per le celebrazioni dei matrimoni civili, che nel 2022 sono stati 47.

«Molti però sono un recupero di quelli rimandati per il periodo del Covid» ha specificato il sindaco Maria Fiorito . Dal suo primo mandato, il sindaco ha predisposto per tutte le coppie di sposi il dono di una poesia e di un acquerello con uno scorcio di Muggiò come ricordo, realizzato dall’artista locale Ester Fumagalli.

Per quanto riguarda i flussi migratori, sono stati registrati 893 immigrati e 835 emigrati.

Popolazione longeva

Inoltre i dati dell’Anagrafe ci restituiscono la fotografia di una popolazione longeva.

Si contano, infatti, una cittadina di 102 anni e nel 2023 tre muggioresi festeggeranno il secolo di vita. A seguire ci sono 4 cittadini classe 1924 e 13 classe 1925. Nel 2022, dopo gli anni del Covid, il sindaco Fiorito ha ripreso le visite istituzionali ai nuovi centenari nel giorno del compleanno con un omaggio a nome della città. Un’attenzione che aveva avviato dal suo primo mandato.

«Perchè custodiscono la memoria storica di una comunità» ha sempre detto.

Città accogliente

Muggiò è considerata anche una città accogliente: vi risiedono 2.197 cittadini stranieri. Le comunità più numerose sono quelle provenienti dalla Romania con 601 cittadini, a seguire l’Egitto con 267, Ucraina con 210, Marocco con 174 cittadini, l’Albania con 135 Ecuador con 88, la Cina con 83 e il Perù con 80 cittadini residenti a Muggiò.

Attività dell'Anagrafe

Nel corso del 2022 le operazioni di front office dell’Anagrafe hanno visto una ripresa delle attività classiche allo sportello degli uffici con appuntamento, pur mantenendo le modalità online, introdotte nel periodo del Covid. Le pratiche svolte, tra residenze, matrimoni, separazioni, cittadinanza, rilascio carta di identità e altro sono state circa 9mila.

Sempre nel corso del 2022, l’Anagrafe, entrato a regime nell’Anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr) ha compiuto tutte le attività propedeutiche allo sviluppo del sistema con l’inserimento dei dati elettorali e di stato civile di ogni cittadino che permetterà di scaricare online e in maniera autonoma i vari certificati.

«Stiamo finalmente diventando digitali e il lavoro impostato anni fa sta finalmente dando i suoi frutti» ha commentato il sindaco Fiorito.

Nel frattempo dal 27 aprile 2022 ogni cittadino, autenticandosi mediante «Spid» o «Cie» sul portale Anpr può dichiarare online il cambio di residenza o il rimpatrio dall’estero senza dover recarsi di persona allo sportello. Inoltre ogni cittadino può chiedere la rettifica dei dati anagrafici relativi a se stesso o agli altri componenti della famiglia.

I dati di don Maurizio Tremolada

Battesimi e matrimoni in rimonta mentre sono calati i funerali.

Anche don Maurizio Tremolada, responsabile della Comunità pastorale ha tirato le somme dell’anno appena passato in cui «l’onda lunga della pandemia» si è fatta sentire sui risultati.

«Nel 2022 si confermano alcuni dati in risalita, in particolare i battesimi e i matrimoni, dati che confortano e fanno ben sperare» ha commentato il parroco. Così i battesimi sono stati ben 120, tra cui quelli rimandati per il Covid: 53 alla chiesa dei Santi Pietro e Paolo, 35  San Giuseppe, 19 San Carlo, 13 San Francesco.

Sul fronte matrimoni, le quattro parrocchie ne hanno celebrati 19: nella chiesa dei Santi Pietro e Paolo 11, San Giuseppe 2, e San Carlo 6. Un numero lontano dai 38 matrimoni celebrati nel 2016. «Ci si sposa meno e poche coppie scelgono di unirsi davanti al Signore con il sacramento del matrimonio» ha sottolineato.

In calo i funerali

Nel 2022 a Muggiò ci sono stati 240 decessi, ben 19 in più rispetto al 2021 e nei registri delle parrocchie emerge un calo dei funerali celebrati che sono stati 223: alla Santi Pietro e Paolo 99, San Giuseppe 58, San Carlo 36, San Francesco 30.

Una diminuzione che per don Maurizio è da attribuire a 3 fattori: meno funerali di persone residenti fuori città;  richiesta delle famiglie della sola benedizione della salma o delle ceneri senza funerale; aumento dei funerali laici. Nelle sue considerazioni il parroco evidenzia il venir meno della «dimensione comunitaria» nei momenti significativi delle celebrazioni dei sacramenti.

«Ci sembra una tendenza in atto che riscontriamo soprattutto nella celebrazione dei sacramenti che chiedono sempre la dimensione comunitaria: battesimi, matrimoni e rito delle esequie – ha spiegato – Vengono vissuti sempre più in forma quasi privata, con pochi invitati e la comunità si sente meno partecipe».

L’auspicio di don Tremolada è che riportare all’attenzione di tutti, i momenti significativi della vita, magari nelle messe potrebbe aiutare chi si è allontanato dalla comunità cristiana.

Seguici sui nostri canali
Necrologie