Attualità
L'iniziativa

A Villasanta il We Plogging diventa un gioco di educazione civica per i ragazzi

Domenica 8 maggio, in occasione dell’evento WE Plogging promosso dal CEM, i bambini dell’I.C. Villasanta testeranno “NO PROBLEM” dando l’esempio da seguire con una molletta.

A Villasanta il We Plogging diventa un gioco di educazione civica per i ragazzi
Attualità Vimercatese, 07 Maggio 2022 ore 09:24

Saranno i ragazzi dell’I.C. Villasanta, domenica 8 maggio 2022, a testare per primi “No Problem”, il progetto ideato e realizzato dall’artista e designer milanese, Laura Martini, finanziato dall’associazione genitori, in accordo con il Comune di Villasanta, volto a sensibilizzare e contemporaneamente educare a tenere pulita la città dai rifiuti e dai mozziconi delle sigarette.  

A Villasanta il We Plogging diventa un gioco di educazione civica per i ragazzi 

Una raccolta che con WE Plogging, promossa dal CEM, diventa anche una sfida tra Comuni (ad oggi sono più di 70 i Comuni che aderiscono all’iniziativa) a raccogliere maggiori quantità di rifiuti camminando nelle strade, nei parchi, nelle piazze, nei giardini delle scuole…

A Villasanta, più che una tendenza, si tratta di un “gioco di educazione civica” che nasce da una provocazione: «ho utilizzato il cartello “NON DISTURBARE” impiegato negli alberghi da appendere alle maniglie – spiega Laura Martini - trasformandolo in “NO PROBLEM”, un oggetto da distribuire in città (da appendere agli alberi o alle recinzioni) per raccogliere i rifiuti e lanciare un altro tipo di messaggio: Non c’è problema se oggi non ce l’hai fatta a buttare la sigaretta, piuttosto che la cartaccia nel posto giusto, oggi lo faccio io per te».

 Le mollette diventano pinze per tenere pulita la città

Come? Grazie ad una molletta (ora trasformata in pinzetta per rendere più semplice la raccolta), incollata sul retrocosicché anche un bambino - senza toccare con le mani - potrà raccogliere una sigaretta o qualsiasi altro rifiuto e trasportarlo fino al cestino più vicino.

Una provocazione che non si pone come la soluzione al problema dell’inquinamento ma, con una molletta, il buon esempio e la complicità di tutti, diventa “un gioco di società all’educazione civica”.

«Questo semplice progetto – continua Laura Martini non vuole stabilire chi si comporta bene e chi no, vuole ricordare a tutti l’obiettivo comune: tenere la città pulita, educare al rispetto e alla collaborazione, soprattutto nei giovani che sono il nostro futuro e quello del nostro pianeta» conclude la designer.

I cartelli “No problem”, realizzati in Forex (resistenti alla pioggia), resteranno in città nei giorni successivi a disposizione dei cittadini.

3 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie