Attualità
Varedo

Ada Blasizza taglia il traguardo dei cento anni

Il segreto della sua longevità? "Affrontare difficoltà con disinvoltura"

Ada Blasizza taglia il traguardo dei cento anni
Attualità Desiano, 06 Luglio 2022 ore 12:19

Ada Blasizza taglia il traguardo dei cento anni. Il segreto della sua longevità? "Affrontare difficoltà con disinvoltura"

Ada Blasizza taglia il traguardo dei cento anni

Un compleanno speciale con figli, nipoti, parenti e persino la visita del sindaco Filippo Vergani. Un compleanno speciale soprattutto perché il traguardo raggiunto non è da tutti: 100 anni.  Classe 1922, nata in Friuli, Ada Blasizza si trasferì molto giovane a Varedo dopo aver conosciuto Cesare Molteni. I due si erano incontrati in Sicilia, dove Ada si era trasferita a 16 anni per cercare lavoro, mentre Cesare era militare impegnato in guerra. A conflitto concluso andarono ad abitare a Varedo, di dove Cesare era originario. Dall’unione sono nati due figli, Elsa e Fabio, a loro volta genitori di Cristina, Alessia, Vera e Davide. Tutti loro erano presenti domenica per festeggiare il secolo di vita di Ada, insieme ai cinque pronipoti e a tanti nipoti arrivati dal Friuli.

Donna dal carattere forte e deciso

La neo-centenaria è una donna dal carattere forte e deciso, legatissima alla famiglia. "Mio nonno morì quando aveva solo 54 anni e lei ha sempre preferito restare vedova, senza mai scoraggiarsi. Dal nulla avevano costruito la casa in cui ha sempre vissuto - ha raccontato la nipote Vera - E’ sempre stata una donna molto indipendente. Con la sua auto ha viaggiato a lungo: trascorreva sei mesi a Varedo e sei in Friuli, nel periodo estivo, per stare con sorelle e nipoti. Sulla via del ritorno incontrava molti militari. Ragazzi giovani che chiedevano l’autostop: non si faceva problemi a portarli a casa o in stazione".

Il segreto della sua longevità

Qual è il trucco che le ha permesso di arrivare a quest’età? "Affronta ogni difficoltà con disinvoltura" ha raccontato Vera. E ha una grande passione: "Le carte, gioca ancora oggi molto bene". Una mentalità forte, che l’ha portata a guardare sempre al futuro con entusiasmo: "Ha vissuto tante difficoltà, la guerra in primis, ma i suoi racconti erano sempre incentrati sulla speranza, non erano mai truci o impregnati di negatività". E grande entusiasmo c’è stato domenica, in occasione della festa per i suoi cento anni. "Ha accolto il sindaco, che le ha fatto indossare la fascia tricolore, con stupore e felicità", hanno raccontato i familiari. Poi ha scartato un regalo fatto dai nipoti arrivati dal Friuli: un quaderno con foto e didascalie che hanno racchiuso tutta la sua vita, a partire dalla tenera età. Per ricordare e testimoniare ciò che Ada è stata, in 100 anni di storia.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie