Attualità
Lutto ad Agrate

Addio a "Pierino Point", una vita tra stampe e pallone unendo le tifoserie di mezza Italia

Pietro Brundu si è spento ieri, domenica, all'età di 63 anni. Nel suo leggendario laboratorio prendevano vita maglie, striscioni e sciarpe di ogni forma e colore.

Addio a "Pierino Point", una vita tra stampe e pallone unendo le tifoserie di mezza Italia
Attualità Vimercatese, 25 Luglio 2022 ore 18:01

Si è spento improvvisamente all'età di 63 anni Pietro Brundu, per tutti semplicemente "Pierino Point", dal nome della leggendaria attività con sede in via Matteotti ad Agrate. Interista doc, la sua è stata una vita trascorsa tra stampe e pallone.

"Pierino Point", una vita tra stampe e pallone unendo le tifoserie di mezza Italia

"Non c’è una persona qui che non abbia ricevuto del bene da Pierino: era un uomo dal cuore veramente grande"

Con queste parole siamo stati accolti questa mattina all’esterno del laboratorio di via Matteotti. Seduti e sconsolati, gli amici di Pietro Brundu, 63 anni, hanno deciso di radunarsi qui per rendere l’ultimo omaggio al grande «Pierino Point», scomparso nella serata di ieri, domenica. Un nome, una garanzia. Perché lui e la sua leggendaria attività erano una cosa sola. Dicevi Pierino e pensavi al negozietto incastonato all’interno di una vecchia corte, alle sue stampe e alle sue maglie, ma anche a una grande persona. Burbera, forse, ma sotto la scorza di un uomo duro c’era il cuore generoso e l’animo canzonatorio di chi non perdeva occasione per fare festa con gli amici.

Ha unito le tifoserie di mezza Italia

Una vita dedicata al pallone si potrebbe dire. Originario di Sant’Antioco, in Sardegna, si era trasferito a Milano ed era subito entrato a contatto con il mondo del calcio. Interista doc, era stato tra i fondatori del mitico gruppo ultras «Boys San». Una passione viscerale per i colori nerazzurri quasi paradossale visto che per via del suo lavoro era diventato un vero e proprio punto di riferimento per moltissimi movimenti di curve e tifoserie di mezza Italia. Compresa la celebre «Fossa dei Leoni», storica frangia di supporter del Milan.

"Pierino è forse stato il primo, negli anni ‘70, a stampare materiale e abbigliamento per gli ultras: dalle sciarpe agli striscioni, dalle maglie ai gagliardetti - ricordano gli amici - E’ stato davvero un grande: pieno di idee e scherzi, con lui era impossibile non farsi delle risate. Senza contare che il suo lavoro lo sapeva fare alla perfezione. E prova ne è il fatto che ha saputo unire le tifoserie più disparate proprio qui, in quella che di fatto era la sua casa".

AMPIO SERVIZIO SUL GIORNALE DI VIMERCATE IN EDICOLA DA DOMANI, MARTEDI' 26 LUGLIO 2022

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie