utenze domestiche e non domestiche

Aggiornate le tariffe della Tari a Briosco

A fronte delle molteplici prestazioni oggetto dell’attuale contratto di servizio si è reso necessario disporre alcuni aumenti.

Aggiornate le tariffe della Tari a Briosco
Attualità Caratese, 06 Luglio 2021 ore 17:54

Negli scorsi giorni l’Amministrazione comunale di Briosco ha proceduto ad elaborare le nuove tariffe della tassa sui rifiuti (Tari) riferite all’anno 2021. A fronte delle molteplici prestazioni oggetto dell’attuale contratto di servizio, spiegano dall'Amministrazione comunale, si è reso necessario disporre alcuni aumenti delle tariffe per le utenze domestiche e non domestiche, al fine di garantire la copertura dei costi.

Aggiornate le tariffe della Tari a Briosco: gli aumenti

Le nuove tariffe. fanno sapere dal Comune, varieranno in considerazione delle diverse tipologie di utenze, dei metri quadri degli immobili a cui le stesse sono riferite, nonché del numero di residenti e domiciliati.
Prendendo ad esempio un immobile di 100 mq, l’aumento della tariffa per le utenze domestiche si assesterà tra il 15% (immobili abitati da nuclei di 6 o più componenti) e il 21% (immobili abitati da un’unica persona).
Per le utenze non domestiche, invece, l’aumento sarà ricompreso tra il 18% e il 20%.

Riduzioni in base all'Isee

Al fine di contenere l’impatto che gli aumenti delle tariffe avranno su famiglie ed esercenti, è stato varato un sistema di riduzioni che sfrutta le risorse previste dal decreto-legge 73/2021 per far fronte alle difficoltà connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Con riferimento alle utenze domestiche, in particolare, è stata prevista una riduzione della quota variabile del tributo sulla base dei seguenti requisiti ISEE:
• -50% per ISEE compreso tra 0 e 8.000,00 euro;
• -35% per ISEE compreso tra 8.001,00 euro e 13.000,00 euro;
• -25% per ISEE compreso tra 13.001,00 euro e 18.000,00 euro.
Al fine di tenere conto delle molteplici situazioni di difficoltà economica emerse nel corso dell’anno 2020 anche a causa della crisi connessa all’emergenza epidemiologica da Covid-19, è stato stabilito che per poter beneficiare di tali riduzioni si dovrà essere in regola con il versamento della TARI fino all’anno 2019.

È stata inoltre prevista la possibilità di presentare l’attestazione ISEE corrente unitamente a quella ordinaria, così da far emergere un eventuale peggioramento della situazione finanziaria e patrimoniale nell’anno 2020 rispetto all’anno 2019.

La domanda per poter beneficiare delle riduzioni dovrà essere presentata entro il termine del 30
settembre 2021.

Per le utenze non domestiche

Con riferimento alle utenze non domestiche, invece, è stata prevista una riduzione della quota variabile del tributo pari al 45% a beneficio di tutte le attività che nel corso dell’anno 2020 hanno registrato le maggiori difficoltà connesse alla gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.
Con riferimento alle nuove scadenze, infine, è stata prevista la possibilità di pagare la TARI con tre versamenti: due rate in acconto, pari a circa il dovuto per l’anno 2020, e una rata a saldo pari all’aumento dell’anno 2021. Le tre rate avranno scadenza 15 settembre, 31 ottobre e 31 dicembre 2021.

Necrologie