Attualità
Evento

Agliate, il 5 gennaio la Befana torna a illuminare il Lambro

"Descialbare e l'arte del non manifesto": è il titolo dell'edizione numero 35 della storica teatralizzazione che va in scena la vigilia dellìEpifania.

Agliate, il 5 gennaio la Befana torna a illuminare il Lambro
Attualità Caratese, 13 Novembre 2021 ore 14:34

Si è rimessa in moto a Carate Brianza la macchina organizzativa della «Befana sul Lambro», la suggestiva teatralizzazione che dal 1987 va in scena la vigilia dell’Epifania sulle rive del fiume ad Agliate.

La teatralizzazione di Agliate in scena da 35 anni

Gli organizzatori hanno presentato le novità della 35esima edizione, a partire dai laboratori che verranno organizzati per i più piccoli insieme ai genitori nello storico laboratorio di via All’Isola ad Agliate e il tema scelto.

«Descialbare e l’arte del non manifesto» il titolo che accompagnerà la suggestiva teatralizzazione in programma il 5 gennaio 2022. Un richiamo al processo artistico e alle fasi di restauro per eliminare i vari strati coprenti per riportare alla luce la versione originale di qualcosa. Sarà una Befana che guarda alla storia, stratificata come un affresco antico che riemerge nel suo candido splendore. L’invito a restaurare per ritrovare «un rapporto con il passato» con il mito e l’archetipo, come la Befana che, «davanti ad un mondo che va a pezzi» torna a camminare sui margini del vecchio fiume per «liberare quei frammenti e pezzi di mosaico» e ridisegnare il futuro.

Al lavoro per la Befana 2022

«L’idea mi è venuta in mente osservando i lavori di restauro che sono stati realizzati al battistero della nostra basilica durante quest’anno - ha raccontato l’organizzatore della Befana sul Lambro e fondatore dell’evento Enrico Mason - La nostra idea è affine a quella del restauro: riportare alla luce immagine e tradizioni nascoste o che con il tempo sono andate perse...». Ad affiancare questa nuova edizione dell’evento che affascina grandi e piccini sarà l’associazione Agliate community» da sempre attiva sul territorio.

«Dopo trentacinque anni iniziamo ad essere stanchi. Siamo certi che se dovessimo smettere, quanto fatto durante questi anni non andrebbe perso. La voglia di continuare però non manca ma braccia nuove e volenterose non fanno mai male» ha continuato Mason.

L’attenzione per i più giovani non manca, i prossimi sette fine settimana e alcuni appuntamenti infrasettimanali durante le vacanze di Natale saranno infatti dedicati a laboratori per i piccoli che, accompagnati dall’aiuto di Narima Mason, educatrice e animatrice dell’evento, andranno a realizzare le scenografie della rappresentazione in scena il 5 prossimo gennaio 2022.

I laboratori per i bambini per la Befana 2022

«Anche quest’anno sarà confermato l’albero di luce e la sfilata con una ventina di bambini che porteranno le lanterne ad una struttura che poi sarà completamente illuminata» ha concluso Narima Mason. L’emozione per la ripartenza è tanta, l’idea di vedere nuovamente la gente con le lanterne sul ponte e lungo le rive del Lambro pronta a gridare a gran voce «Befana» in attesa del suo arrivo stuzzica ancora di più gli organizzatori a fare del proprio meglio.

«Siamo felici di essere qui a presentare questo nuovo progetto, che sa di ripartenza e di voglia di ricominciare», ha concluso l’artista Mason. Non si sa ancora molto su quali saranno invece le scenografie, per ora sono stati fatti solo i primi schizzi e qualche bozzetto preparatorio: «Quello che accade durante l’evento è ormai abbastanza codificato, come la sfilata dei bambini, i giochi di fuoco o quelli di luce, a cambiare sono infatti sempre le scenografie che accolgono e fanno da casa ad attori e animatori dell’evento».

Di seguito la locandina e il calendario con tutti gli appuntamenti per partecipare ai laboratori.

Necrologie