Menu
Cerca

Al lavoro per intitolare l’ospedale di Desio a Pio XI

Appello ai consiglieri regionali per accelerare l’iter e dare il via libera alla proposta.

Al lavoro per intitolare l’ospedale di Desio a Pio XI
Attualità Desiano, 30 Maggio 2021 ore 16:00

Intitolare l’ospedale di Desio a Pio XI. Il coordinatore del Cob, Antonio Colombo, incontra il presidente della Casa del Papa e don Gianni. Appello ai consiglieri regionali per accelerare l’iter e dare il via libera alla proposta.

Al lavoro per intitolare l’ospedale di Desio a Pio XI

Intitolare l’ospedale di Desio a Papa Pio XI. Si è svolto alla Casa Natale del Pontefice desiano un incontro tra il coordinatore del Comitato Ovest Brianza, Antonio Colombo, e il presidente della Fondazione Casa Natale di Papa Pio XI, Agostino Gavazzi, alla presenza del vicepresidente, don Gianni Cesena.

"Abbiamo deciso di operare congiuntamente, nel rispetto assoluto dell’autonomia delle rispettive associazioni, per arrivare ad una importante cerimonia di intitolazione dell’ospedale il 6 febbraio 2022, dal momento che in tale data ricorrerà il centesimo anno dell’elevazione a Pontefice di Papa Ratti - afferma Colombo - Lavoreremo per istituire un Comitato d’onore, che coinvolgerà alte personalità ecclesiali e quelle del mondo politico laico".

L’ospedale cittadino, prendendo il nome di Pio XI, «diverrà ancor più il nosocomio di tutti i Comuni limitrofi e avrà anche le caratteristiche del mai realizzato ospedale della Valle del Seveso, a causa delle assurde rivalità campanilistiche di un tempo".

Il percorso per l’intitolazione porterà "alla organizzazione in tutti i Comuni del territorio di manifestazioni e incontri con lo scopo di rinnovare la memoria dell’opera del grande Papa brianzolo, ricordando di come abbia difeso in modo forte ed incisivo la Chiesa in momenti particolarmente difficili, causati da rilevanti movimenti antireligiosi e anticlericali dell’epoca, di come si stesse battendo, quasi in solitudine, contro le dittature autoritarie e, soprattutto, contro le inique leggi razziali del 1938. Si preparava, infatti, a pronunciare un forte discorso avverso alle discriminazioni razziali e aveva approntato addirittura una forte enciclica in difesa degli ebrei, senonché l’improvvisa morte glielo ha impedito». In più, «si opererà per valorizzare i numerosissimi lavori di ricerca storica messi in atto dal Centro Internazionale di Studi e Documentazioni Pio XI e dal suo animatore Franco Cajani".

Colombo ha poi ricordato che una prima iniziativa «è già avvenuta con successo a Nova Milanese» grazie alla adesione al progetto del parroco locale, don Luigi Caimi, e che altre attività potranno essere intraprese nei mesi futuri. Nel corso dell’incontro è stata espressa anche l’idea di rappresentare una commedia, che Colombo potrebbe scrivere, da mettere in scena nei teatri del territorio, per valorizzare e rendere popolare l’opera del Pontefice.

Appello ai consiglieri regionali per accelerare l’iter

"Fondamentale è che il Consiglio regionale lombardo deliberi il prima possibile l’intitolazione dell’ospedale a Pio XI - l’auspicio di Colombo - A questo proposito è stata presentata una mozione che ha trovato concordi tutti i consiglieri regionali brianzoli e che ha come prima firma quella del consigliere Federico Romani. Purtroppo, la presentazione in Consiglio regionale della mozione sta andando a rilento, di conseguenza il Comitato Ovest Brianza si è impegnato a premere sui consiglieri regionali, che tanto validamente hanno appoggiato il distacco dell’ospedale di Desio da quello di Monza, a intervenire comunemente per portare a buon fine la mozione. Immediatamente dopo si procederà ad attivare le diverse iniziative".

Necrologie