Menu
Cerca
L'incontro

Besanino: lavori in corso, se ne parla il 3 giugno

In programma il 3 giugno alle 21 un convegno promosso dai dem lecchesi. Sarà possibile seguire l’appuntamento online collegandosi alla pagina Facebook del Pd Provincia di Lecco.

Besanino: lavori in corso, se ne parla il 3 giugno
Attualità Caratese, 31 Maggio 2021 ore 11:12

“Besanino: lavori in corso”. E’ questo il titolo del convegno promosso dai dem lecchesi in programma il 3 giugno alle 21. Sarà possibile seguire l’appuntamento on line collegandosi alla pagina Facebook del Pd Provincia di Lecco.

Besanino: lavori in corso, se ne parla il 3 giugno

“Da qualche tempo sono in corso dei lavori sulla linea ferroviaria Lecco-Milano Porta Garibaldi via Besana (il famoso “Besanino”) ed altri sono in programma – spiegano i dem –  Questi interesseranno in particolare le stazioni di Molteno, Oggiono e Valmadrera. Inoltre nelle ultime settimane è arrivata la notizia del finanziamento del progetto di elettrificazione della linea. Insomma, tanta carne al fuoco! Il Circondario Oggionese del PD intende fare il punto della situazione su questi lavori, con una serata dal taglio prevalentemente informativo”. Ospiti della serata il sindaco di Oggiono, Chiara Narciso, il sindaco di Molteno, Giuseppe Chiarella, il rappresentante del Comitato pendolari del Besanino, Alberto Viganò, e l’on. Gian Mario Fragomeli.

Raffaele Straniero

L’incontro verrà coordinato dal consigliere regionale Raffaele Straniero che sottolinea

"L’elettrificazione della linea ferroviaria Como-Lecco è stata inserita nel Piano nazionale di ripresa e resilienza del Governo Draghi. È un ottimo risultato che porterà grandi benefici per i viaggiatori, pendolari e turisti, non solo nelle province di Como e Lecco, ma in tutta la Lombardia. Ne sono particolarmente soddisfatto perché, insieme al collega Angelo Orsenigo (Como) e in sinergia con i parlamentari dei nostri territori, ci siamo fatti promotori del progetto con il Governo durante la presente e passata amministrazione. Come è  noto, l’opera ha un costo di 78 milioni di euro e porterà importanti miglioramenti alla linea stessa. Reputo, infatti, che, con un investimento così rilevante, non si potrà non dare attuazione ai contenuti del Programma regionale mobilità e trasporti, che prevede che sulla Lecco-Como si giunga ad un cadenzamento orario delle corse, a fronte delle pochissime che si trovano oggi nell’orario ferroviario e che, evidentemente, scoraggiano la potenziale utenza. Inoltre con l’elettrificazione i treni provenienti dalla Svizzera potranno arrivare fino a Lecco e non dovranno più fermarsi a Como, come succede oggi, ed anche i treni merci potranno finalmente utilizzarla per giungere a Lecco, evitando di dover usare la Carnate-Seregno come succede ora. Insomma, un grande risultato, per il quale va il nostro ringraziamento al Governo e a tutti coloro che si sono adoperati per raggiungere questo traguardo! E da una elettrificazione est-ovest, a una nord-sud: oltre all’opera sulla Como-Lecco, il Piano nazionale di ripresa e resilienza finanzierà anche il progetto di elettrificazione della Milano Porta Garibaldi-Lecco via Monza-Molteno, la tratta conosciuta come Besanino”.

Necrologie