Attualità
Ambiente

Camminata tra Meda e Lentate alla scoperta della Brughiera

Un successo l'iniziativa organizzata dal Comitato Parco regionale Groane-Brughiera e Innova21.

Camminata tra Meda e Lentate alla scoperta della Brughiera
Attualità Seregnese, 22 Novembre 2021 ore 15:33

Camminata tra Meda e Lentate alla scoperta della Brughiera. Il Comitato Parco Regionale Groane - Brughiera e Agenzia InnovA21 collaborano per trasmettere l’importanza e il ruolo delle “Foreste urbane”.

"Le foreste sono il futuro delle città" lo slogan della camminata

“Le foreste sono il futuro delle città. Prendiamoci cura dei nostri alberi!”: questo lo slogan che ha guidato la camminata di domenica 21 novembre 2021 promossa da Comitato Parco Regionale Groane e Brughiera e Agenzia InnovA21. Il Comitato e InnovA21 hanno deciso di aderire insieme all’iniziativa “CamminaForesteUrbane” promossa da Ersaf e Legambiente Lombardia (arrivata già alla terza edizione) proponendo una camminata di 8 chilometri all’interno della Brughiera Briantea, nel Parco Groane, partendo da Meda, passando per la Zoca di Pirutit, l’area di riforestazione dell’Ipporonco e l’area umida di Cabiate, i laghetti e la Cascina della Mordina di Mariano Comense, l’area di rigenerazione della Brughiera a Lentate sul Seveso dove è stato fatto il reinserimento della Gentiana.

Alla scoperta della Brughiera per comprendere l'importanza dell'ambiente

L’iniziativa non ha avuto solo l’obiettivo di far conoscere i luoghi simbolici della Brughiera Briantea a chi ancora non l’ha mai visitata, ma di dare uno stimolo a visitare le aree verdi urbane esistenti, a imparare a osservarle e ascoltarle, condividendone la bellezza e comprendendo il valore del capitale naturale che esiste intorno a noi. Durante l’iniziativa è stato condiviso l’appello di Ersaf e Legambiente per la presa di responsabilità nella cura degli alberi e della natura, per il contributo attivo nella custodia del verde pubblico e per portare alle amministrazioni pubbliche la richiesta di estendere e far vivere nuove foreste urbane. Hanno condiviso gli obiettivi dell’iniziativa anche le Amministrazioni di Meda e Lentate sul Seveso e il Parco Groane e della Brughiera che hanno concesso il patrocinio all’evento.

Fondamentale la manutenzione e la cura del verde

In tutte le presentazioni fatte nei quattro luoghi simboli della Brughiera Briantea la riflessione comune è stata che non è sufficiente realizzare interventi naturalistici anche di pregio per la salvaguardia del territorio ma è basilare prevederne anche la manutenzione e la cura negli anni, sia da parte degli enti pubblici di riferimento sia da parte di soggetti e enti disposti a prendersene carico, anche volontariamente.
Alla camminata erano presenti anche due rappresentanti delle Gev del Parco Groane e diverse voci storiche delle associazioni che costituiscono il Comitato: Eugenio Secchi che con il maestro scomparso Marino Barzaghi negli anni Ottanta ha fondato il Gruppo Naturalistico Marianese e ora degli Amici della Brughiera, e Roberto Cerati, presidente dello storico Gruppo Naturalistico della Brianza - Canzo. L’escursione è terminata alla Cascina Fameta, una delle 22 cascine storiche medesi, per un rinfresco offerto dagli organizzatori e con la calorosa accoglienza delle famiglie Cimnaghi-Calissi, Viganò e Tagliabue.

Positivo il risultato di Cammina foreste urbane

Marzio Marzorati, coordinatore regionale del CamminaForesteUrbane, conferma il positivo risultato dell’iniziativa su scala regionale che è alla metà del suo cammino e vedrà complessivamente la partecipazione di più di 1500 persone nei 50 itinerari previsti per un totale di circa 250 chilometri di cammino: “E’ entusiasmante come le persone vedano nelle aree naturali prossime alla loro casa una grande opportunità di benessere. L’azione delle foreste urbane è determinante per adattarsi e rispondere alla crisi climatica, per tutelare il suolo e garantire la rete ecologica e la biodiversità della nostra regione. Oltre a Ersaf e Legambiente Lombardia, che sono promotori dell’iniziativa, hanno aderito come sostenitori: CAI Lombardia, LIPU e Federparchi Lombardia e soprattutto decine e decine di associazioni locali, Amministrazioni comunali e parchi”.

7 foto Sfoglia la gallery

Tiziano Grassi: "E' importante fare rete tra le associazioni ambientaliste"

Tiziano Grassi, presidente dell’Associazione Comitato Parco Regionale Groane - Brughiera APS-ETS, dichiara: “In un’epoca così difficile come quella in cui ci troviamo, dove i cambiamenti climatici stanno segnando anche il nostro vivere quotidiano, è importante fare rete tra associazioni ambientaliste come la nostra, gli Enti pubblici e le istituzioni locali; questo affinché il tema della tutela e della rigenerazione forestale dei territori a verde, sopravvissuti all’espansione urbana, venga inserito nelle priorità delle Amministrazioni comunali, provinciali e regionali. E’ possibile fare ciò anche attraverso un evento come questo che, unito a molti altri che organizziamo ormai da più di 15 anni e sempre in condivisione con altre realtà, cerca di trasmettere un segnale preciso anche a chi partecipa: si può agire nella tutela del nostro territorio iniziando a conoscerlo e ad amarlo”.

Serena Bellinzona: "Tutti devono conoscere il grande valore naturalistico del territorio"

Serena Bellinzona, referente per InnovA21, dichiara: “Anche alla luce dell’iniziativa di domenica 21 novembre, è sempre più chiaro che per poter veramente ottenere un risultato per la tutela della natura e del territorio oltre alla condivisione con tutte le realtà impegnate nella cura e nella fruizione delle aree verdi è importantissimo che le persone, di tutte le età, abbiano l’occasione di conoscere meglio la propria casa per cogliere il grande valore naturalistico, culturale e storico che deve essere preservato e valorizzato".

Necrologie