Attualità
Lotta agli incivili

Carate, sorpresa ad abbandonare rifiuti: "Pensavo fosse una discarica"

La donna, una 61enne residente in città, è stata multata dalla Polizia locale mentre scaricava una borsa nel comparto delle ex fabbriche Formenti.

Carate, sorpresa ad abbandonare rifiuti: "Pensavo fosse una discarica"
Attualità Caratese, 13 Aprile 2022 ore 07:35

Sorpresa a scaricare rifiuti per strada a Carate Brianza e poi multata.

Multata dalla Polizia locale di Carate Brianza

«Pensavo che qui fosse una discarica...». Così ha fatto mettere a verbale agli agenti della Polizia locale di Carate Brianza che, a inizio settimana, l’hanno sorpresa a scaricare abusivamente un sacco di rifiuti in un’aiuola di via Emilia Vergani, all’interno delle ex Formenti.

Così la donna, una egiziana di 61 anni, residente a Carate, è stata multata con una sanzione di 50 euro dopo essere stata colta in flagranza ad abbandonare spazzatura di vario genere per strada dai vigili urbani impegnati in un servizio di controllo sul territorio proprio all’interno dell’area delle ex fabbriche Formenti, da tempo indicata come uno dei luoghi della città scambiati per una vera e propria discarica a cielo aperto.

In azione anche le foto-trappole

Un fenomeno, quello dell’abbandono abusivo dei rifiuti, che l’Amministrazione comunale si è impegnata a contrastare anche con l’impiego delle foto-trappole, che già in altre occasioni hanno permesso di individuare e sanzionare altri trasgressori.

«In questa occasione lo scarico abusivo è stato sanzionato grazie agli agenti della Polizia locale - spiega l’assessore all’Ambiente, Fabio Cesana - Stiamo facendo tutti gli sforzi per rendere la città più pulita ed ecosostenibile; dispiace molto che ancora oggi molti cittadini, nonostante i controlli, non abbiano ancora acquistato quel senso civico che dovrebbe essere improntato sul rispetto dell’ambiente e delle cose comuni. Con l’ufficio Commercio e con la Polizia abbiamo rafforzato le misure di prevenzione con passaggi mirati e tramite l’impiego delle foto-trappole già dislocate nei punti più sensibili e che quotidianamente ci vengono segnalati dai cittadini per gli scarichi abusivi».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie