Attualità
Buone notizie

Caro bollette: le rette delle paritarie di Cesano non aumenteranno

La Giunta, con una delibera, ha stabilito l’erogazione di un contributo straordinario alle scuole per evitare che le spese energetiche si ripercuotano sui bilanci familiari

Caro bollette: le rette delle paritarie di Cesano non aumenteranno
Attualità Seregnese, 19 Dicembre 2022 ore 12:11

Gli aumenti dei costi energetici sostenuti dalle scuole dell’infanzia paritarie di Cesano Maderno non impatteranno sulle rette a carico delle famiglie.

Caro bollette: le rette delle paritarie di Cesano non aumenteranno

Una buona notizia per tanti genitori arrivata in queste ore dall'Amministrazione comunale dopo che la Giunta, con una delibera, ha stabilito l’erogazione di un contributo straordinario alle scuole per evitare che le spese energetiche si ripercuotano sui bilanci familiari.

La criticità della sostenibilità dei servizi a fronte del rincaro energetico, accompagnata da un significativo aumento generalizzato anche dei prezzi degli altri beni e servizi, come risultante dagli indici Istat, è emersa nel corso del confronto sulla Convenzione in essere tra Comune e scuole paritarie.

Il contributo straordinario

L’Amministrazione comunale ha quindi previsto un contributo straordinario per il periodo settembre 2022/giugno 2023 con l’obiettivo della sostenibilità dei servizi a fronte dell’invarianza delle rette e del rincaro prezzi.
Il contributo è pari all’85% dell’aumento registrato con riferimento alle spese sostenute per gas e corrente. Le somme da destinare al contributo ammontano in totale a 77.782 euro.

Per il Comune non sono spese aggiuntive

Non si tratta di spese aggiuntive per l’Amministrazione: per il finanziamento del contributo verranno infatti valorizzate le economie di spesa registrate nell’anno scolastico 2021/2022, nonché le economie presunte sull’anno scolastico 2022/2023, stimate tenuto conto della proiezione delle spese aggiornata con gli ISEE degli iscritti per il corrente anno scolastico.

"Obiettivo sollevare le famiglie dai rincari"

“L’Amministrazione comunale – spiega il Sindaco Gianpiero Bocca – è intervenuta anzitutto per evitare che gli aumenti dei costi dell’energia si ripercuotano sulle famiglie già gravate da una congiuntura economia difficile. Abbiamo trovato, confrontandoci con gli Uffici comunali, la soluzione giusta, con l’obiettivo di sollevare le famiglie da rincari e nella convinzione dell’importanza della funzione sociale, oltre che educativa, svolta dalle scuole dell’infanzia paritarie cittadine”.

Seguici sui nostri canali
Necrologie