Attualità
Iniziativa

Cavenago ha inaugurato il "Bosco dei nuovi nati"

Taglio del nastro per l'area verde situata tra piazza Europa e via Don Sturzo.

Cavenago ha inaugurato il "Bosco dei nuovi nati"
Attualità Vimercatese, 20 Novembre 2021 ore 15:06

Cavenago ha inaugurato il suo "Bosco dei nuovi nati". Il taglio del nastro è avvenuto questa mattina, sabato 20 novembre 2021, nell'area verde tra piazza Europa e via Don Sturzo.

Un albero per ogni annata

Un "Bosco dei nuovi nati" creato dall’Amministrazione comunale per celebrare le generazioni future di Cavenago. E’ quello inaugurato ufficialmente sabato mattina nell’area verde compresa tra piazza Europa e il ponte di via Don Sturzo. Due gli alberi finora messi a dimora in rappresentanza delle annate 2019 e 2020.

"Ovviamente piantare un albero per ogni bimbo non era praticabile, quindi abbiamo pensato di mettere a dimora un albero per ogni annata - spiega il sindaco Davide Fumagalli - Avremmo voluto iniziare lo scorso anno, ma a causa del Covid abbiamo dovuto rimandare. Siamo molto felici di essere qui oggi per un’iniziativa in cui crediamo molto: anno dopo anno il “Bosco dei nuovi nati” sarà sempre più grande e rigoglioso".

Quelli inaugurati sabato non sono però gli unici alberi messi a dimora in questi giorni dall’Amministrazione di Cavenago, impegnata in diversi progetti paralleli.

"Oltre all’albero simbolo dell’annata, porteremo avanti una serie di progetti individuati dall’Amministrazione - continua il primo cittadino - Quest’anno abbiamo pensato al giardino della scuola materna, dove sono state piantumate nove nuove piante. Le mamme ci avevano segnalato l’esigenza di avere un giardino più ombreggiato e abbiamo pensato di muoverci in questa direzione".

I bambini e la natura

Nel corso della mattinata sono stati svelati i pannelli che racchiudono il cuore del progetto (disegnati dalle giovani Camilla e Sofia), ma non solo. I tanti genitori presenti, infatti, hanno potuto appendere un fiocchetto con il nome del proprio figlio ai due nuovi alberi piantati nell’area verde. Un gesto simbolico, che verrà ripetuto anno dopo anno.

"Nessuno ama la natura più dei bambini ed è bello aver creato un progetto di questo tipo - commenta con soddisfazione il consigliere con delega all’Ambiente Michela Rigato - Crediamo che i più piccoli abbiano un’innata predisposizione verso la natura, ma allo stesso tempo pensiamo che con i giusti esempi possano accrescere ulteriormente il loro rispetto per l’ambiente. D’altronde sono proprio i bambini a rappresentare il nostro futuro e sono loro che salveranno il nostro mondo".

L’importanza dell’iniziativa è stata sottolineata anche dall’assessore alla Cultura Irene Erba.

"Oggi parliamo di ambiente ed ecologia, ma anche di cultura. Salvaguardare l’ambiente che ci circonda, infatti, passa necessariamente da un cambio culturale che dobbiamo effettuare, ognuno nel suo piccolo. Non dobbiamo pensare che siano solo i “grandi” a decidere le sorti della Terra: tutti noi, con piccoli gesti quotidiani, possiamo fare qualcosa di importante per aiutare il nostro pianeta".

2 foto Sfoglia la gallery

 

Necrologie