Attualità
Cesano Maderno

Chiude l'edicola - cartoleria del Villaggio Snia

"Le bollette aumentate, le spese fisse, non ci stavo più dentro" spiega il titolare, che aveva aperto l'attività nel 2014.

Chiude l'edicola - cartoleria del Villaggio Snia
Attualità Seregnese, 29 Settembre 2022 ore 13:43

Chiude l’edicola-cartoleria al Villaggio Snia a Cesano Maderno. Da metà luglio, quando il titolare è stato coinvolto in un incidente stradale, la rivendita di riviste e giornali non ha più rialzato la saracinesca. E non lo farà nemmeno nelle prossime settimane.

Chiude l'edicola - cartoleria del Villaggio Snia

Lo spiega proprio l’edicolante, Gabriele Zanta: "Avevo già intenzione di lasciare, la licenza era in vendita. L’incidente ha accelerato tutto. Ho deciso che era arrivato il momento". Non riaprirà la storica rivendita di giornali in via Lucania. Dietro la saracinesca abbassata, gli scaffali sono già ormai quasi tutti vuoti. Rimangono solo i pochi scatoloni di cartone dove sistemare le ultime "cose" rimaste. "L’idea di chiudere c’era già: le bollette aumentate, le spese fisse, non ci stavo più dentro. Prima almeno galleggiavo...". L’edicola a due passi dalla farmacia e dalla scuola dell’infanzia era una delle attività più longeve del quartiere. "Quello dell’edicolante è senza dubbio un lavoro impegnativo e che non porta a grandi guadagni, ma che regala anche soddisfazioni e permette un rapporto di socialità con i clienti" commenta Zanta.

La licenza è in vendita: "Qualcuno si è fatto avanti..."

La licenza è in vendita. "Qualcuno si è fatto avanti da quando un anno e mezzo fa ho esposto il cartello ma nessuno ha concretizzato l’interesse... Vediamo". Gabriele Zanta era dietro al bancone dell’edicola-cartoleria aperta per la prima volta cinquant’anni fa dal luglio 2014.  A metà percorso, era fine 2017, l’attività era stata divorata da un incendio. Dopo due mesi di lavori e fatica, la riapertura. All'inizio, nei giorni subito dopo il devastante rogo, il colpo era stato tremendo e l'umore di Zanta era a terra. Poi, però, anche grazie all'aiuto di chi gli vuole bene, l’edicolante aveva deciso che valeva la pena riaprire e ricominciare. "Il 17 luglio, alle 19, ho fatto un incidente mentre andavo in bicicletta nel Parco di Monza. Ora sono in convalescenza, dovrò fare la riabilitazione. Entro fine mese consegnerò le chiavi alla proprietà".

Seguici sui nostri canali
Necrologie