Attualità
Commercio e solidarietà

Chiude per sempre "Equobandeko", la Bottega della solidarietà di Sulbiate

Oggi, domenica 31 ottobre 2021, chiude per sempre un capitolo importante per il mondo della solidarietà sulbiatese

Chiude per sempre "Equobandeko", la Bottega della solidarietà di Sulbiate
Attualità Vimercatese, 31 Ottobre 2021 ore 09:53

Chiude per sempre oggi, domenica 31 ottobre 2021, dopo 15 anni di attività, la bottega della solidarietà di Sulbiate. E con "Equobandeko"  si chiude anche un capitolo importante per il mondo della solidarietà sulbiatese.

L'annuncio su Facebook

Ad annunciare la chiusura della bottega è stata Chiara Fassina, direttamente sul suo profilo Facebook

 

"Considerate le difficoltà della bottega di Sulbiate e della vicina bottega di Bellusco, abbiamo deciso di unire le risorse disponibili e concentrarle sulla bottega di Bellusco per poter rafforzare la nostra presenza sul territorio - ha scritto Chira Fassina - La bottega di Sulbiate è stata aperta nel 2006 come bottega di Mondoalegre grazie all'impegno del gruppo Equobandeko e nel corso degli anni si è fatta promotrice dei valori del commercio equo e solidale sul territorio. Vogliamo ricordare la storia della bottega con queste tre immagini rappresentative: la foto in bianco e nero pubblicata sul Giornale di Vimercate all'apertura della bottega, il primissimo scontrino emesso e la foto a destra che ritrae i volontari e le volontarie durante la festa per il decimo anno di attività della bottega. Ringraziamo di cuore tutti coloro che in questi anni hanno dedicato tempo ed entusiasmo alla bottega e che hanno deciso di continuare il loro impegno nella bottega di Bellusco. Invitiamo tutti i frequentatori della bottega a recarsi nella vicina bottega di Bellusco e ad acquistare online su www.mondoalegre.com.".

La storia della bottega

La bottega, ricordiamo, si trova in via Ciceri ed è sempre stata gestita dai volontari del gruppo "Equobandeko". Una attività portata avanti in quella che era la vecchia casa dell’assistente dell’oratorio, oggi di proprietà della cooperativa "Le Radici".

Sono una trentina i volontari che hanno ristrutturato gli ambienti al piano terreno, parte per il magazzino e parte per lo spazio espositivo per la vendita dei prodotti forniti loro dall’associazione "Mondoalegre".

Necrologie