Attualità
Pericolo

Chiusa la passerella, è rischio per i pedoni

In viale Stucchi è stata interdetta al passaggio la ciclopedonale per lavori strutturali e non riaprirà fino a fine anno

Chiusa la passerella, è rischio per i pedoni
Attualità Monza, 15 Dicembre 2021 ore 12:09

Da qualche settimana, a qualsiasi ora, si assiste ad attraversamenti azzardati e molto rischiosi su un viale a 2 carreggiate e 4 corsie a veloce scorrimento di auto e camion. Si tratta di viale Stucchi a Monza dove ha chiuso la passerella ciclopedonale.

La chiusura della passerella

«Persone che attraversano e si mettono a rischio, a piedi o con la bicicletta. E’ questo ciò che sta succedendo da giorni sul viale Stucchi all’altezza dell’Iper, a causa della chiusura al passaggio di pedoni e biciclette della passerella ciclopedonale di via della Guerrina per lavori (più che necessari per carità), dal mese scorso fino a fine anno». A denunciare il problema è Giovanni Vergani, cittadino attivo in Consulta.
«L’unico modo di attraversare il vialone è la passerella realizzata anni fa dall’Iper, il mese scorso è stata però chiusa al passaggio per lavori strutturali e ora è inaccessibile - ha spiegato Vergani - Verso lo stadio c’è un’altra passerella che veniva aperta solo in determinate occasioni, si poteva trovare il modo di farlo anche ora finché non viene ristabilita l’altra per consentire di attraversare in sicurezza il viale all’altezza dello Stadio Brianteo».

Cosa si poteva fare?

Insomma, se è pur vero che la responsabilità di queste scelte imprudenti e pericolosissime resta personale, a carico di chi le fa, per Vergani la chiusura di una passerella (che è l’unico collegamento ciclopedonale di un intero quartiere verso strutture commerciali molto frequentate ogni giorno) senza aver minimamente pensato ad una possibile soluzione alternativa temporanea a tutela della sicurezza e dell’incolumità di pedoni e ciclisti, non può non essere considerata una responsabilità anche dell’Amministrazione.
«Così la Giunta espone c i cittadini a potenziali gravissimi rischi dovuti appunto ad attraversamenti azzardati - ha chiosato - Speriamo non succeda qualche tragedia, ovviamente, ma davvero non si poteva trovare un’alternativa?».

La risposta dell'assessore

Puntuale la replica della Giunta che purtroppo ha ben motivato come non ci fossero altre alternative. «La chiusura della passerella dell’Iper è dovuta a lavori di ristrutturazione, purtroppo quando si parla della sicurezza dell’utente non c’è da scherzare e se devono essere fatti lavori di manutenzione, la struttura deve essere chiusa - ha replicato l’assessore ai Lavori pubblici Simone Villa - La passerella dello Stadio Brianteo che esiste da 25 anni non può essere utilizzata da chi ha difficoltà motorie e nemmeno in orario notturno, oltretutto va aperta e chiusa ogni volta. Senza contare che questa passerella non risponde alle necessità di chi si sposta da via della Guerrina».

Necrologie