Attualità
In aiuto degli altri

Chiuso il corso per "antenne sociali" in Brianza

Il progetto mira a fornire degli strumenti utili a orientare colleghi o conoscenti in condizione di fragilità

Chiuso il corso per "antenne sociali" in Brianza
Attualità Brianza, 15 Novembre 2022 ore 16:51

Il secondo corso per le "antenne sociali" della Brianza si è concluso lunedì sera: sono state 29 le persone che hanno conseguito gli attestati

Le nuove "antenne sociali" della Brianza

Si è svolta lunedì sera, alla presenza dei rappresentanti di Ats Brianza e degli Ambiti di Desio e Carate Brianza, la cerimonia di consegna degli attesti ai 29 partecipanti che hanno concluso con successo la seconda edizione del corso per Antenne e Delegati Sociali organizzato da
Cgil  e Cisl  Monza Brianza, supportato da Ats Brianza e dagli ambiti territoriali e finanziato anche con i fondi per il contrasto al gioco d'azzardo patologico.
Il corso, giunto alla sua seconda edizione, è nato dall’esigenza di dotare i delegati aziendali e i cittadini che si sono messi a disposizione, questi ultimi soprannominati dagli organizzatori “Antenne Sociali”, di strumenti utili a orientare colleghi o conoscenti in condizione di
fragilità. Un ruolo sociale che ha assunto ancora più valore con la crisi innescata dalla pandemia, aggravata dagli ulteriori elementi di criticità emersi negli ultimi mesi in seguito allo scoppio della guerra in Ucraina e ai rincari delle bollette di gas e luce che minano la tenuta economica e psichica di tanti lavoratori e tante famiglie.

Il percorso compiuto

Attraverso l’approfondimento di alcuni temi specifici come la salute mentale, le dipendenze, la disabilità, il sovra-indebitamento e la violenza di genere e attraverso le visite ai servizi sociali e sanitari degli ambiti di riferimento, il corso ha fornito ai partecipanti una cassetta
degli attrezzi che li aiuterà a instaurare correttamente una relazione di aiuto, a leggere il disagio in azienda o nella propria comunità, a orientare chi ha bisogno ai servizi del territorio e a “contrattare il sociale" all'interno degli accordi di secondo livello.
L’organizzazione dei corsi è stata affidata ai due responsabili dei Dipartimenti Politiche Sociali di CGIL e CISL, Luca Mandreoli e Sergio Venezia che hanno espresso grande soddisfazione per i risultati ottenuti:

"Siamo contenti di come questo progetto stia trovando terreno fertile nei territori e di come istituzioni, associazioni e organizzazioni sindacali abbiano trovato il modo di costruire comunità nelle aziende e nei quartieri"

La formazione

Nelle scorse due edizioni del corso sono stati formati con successo ben 52 cittadini e delegati dei territori di Desio, Vimercate, Carate e Seregno. “Il corso mi ha aiutato a capire e interpretare le richieste di aiuto di alcuni colleghi in difficoltà -  ha spiegato una delle neo
antenne sociali - Assenze, ritardi, comportamenti fuori dell’ordinario, tutti segnali che senza una specifica formazione possono essere letti come lassismo ma che alla luce delle nuove competenze fornite dal corso si sono rivelati spie di una fragilità più grave e
profonda legata all’abuso di alcool.”

I commenti

Un risultato importante per le Segreterie di Cgil e Cisl  territoriali:

“Il sindacato da sempre contratta il sociale nei territori e nelle aziende. Oggi ci troviamo davanti a lavoratori che esprimono nuove necessità ancora più drammatiche”, hanno commentato Franco Stasi, segretario della Cgil  Monza e Brianza, e Mirco Scaccabarozzi, segretario Generale Cisl Monza Brianza Lecco - Purtroppo il lavoro non è più un argine alla vulnerabilità economica. Ci troviamo davanti a una classe di lavoratori fragili dal punto di vista economico e sociale che, soprattutto nella situazione odierna, devono essere supportati e orientati"

Parole di soddisfazione anche da Ats Brianza  che ha sostenuto il corso fin dalla prima edizione:

“Questo è uno dei progetti che corrisponde alla filosofia che più ci piace, quella di creare empowerment del territorio, cioè cercare di diffondere i temi della salute, diffondere buone pratiche e conoscenze tra le persone -  ha spiegato Ornella Perego di ATS Brianza - La Pandemia ci ha dimostrato ampiamente che ormai la salute non può essere fatta più dall’ospedale, dal medico ma la salute passa dalle relazioni, dalla conoscenza diffusa, dalla solidarietà che sono tutti temi affrontati in questo percorso formativo".

A breve partirà la terza edizione del corso che conta già numerosi iscritti, chiaro segno dell’interesse e dell’attenzione per le fragilità sociali.

Desio antenne sociali da sx luca mandreoli e mirco scaccabarozzi
Foto 1 di 4
Desio antenne sociali da sx luca mandreoi e sergio venezia
Foto 2 di 4
Desio antenne sociali ornella perego ATS Brianza
Foto 3 di 4
i corsisti antenne sociali Desio
Foto 4 di 4
Seguici sui nostri canali
Necrologie