Attualità
Nuove norme

Con la fine dello stato di emergenza sui treni torna la capienza al 100%

Per viaggiare non sarà più obbligatorio il Green Pass ma servirà la mascherina FFP2.

Con la fine dello stato di emergenza sui treni torna la capienza al 100%
Attualità 31 Marzo 2022 ore 17:12

Con il termine dello stato di emergenza, da venerdì 1 aprile i posti sui treni Trenord saranno occupabili fino al 100% della capienza complessiva. A bordo i passeggeri saranno tenuti a indossare la mascherina FFP2 per tutta la durata del viaggio.

Con la fine dello stato di emergenza sui treni torna la capienza al 100%

Per quanto riguarda la normativa bordo i passeggeri saranno tenuti a indossare la mascherina FFP2 per tutta la durata del viaggio e non sarà più obbligatorio essere in possesso del Green pass rafforzato o del Green pass base.
Intanto, ha spiegato Trenord, il servizio ferroviario è potenziato in modo da garantire la massima composizione dei convogli, in particolare sulle linee e negli orari a maggiore frequentazione. Ogni giorno Trenord effettua 2174 corse, per oltre 1 milione e 30mila posti a sedere complessivi, a fronte di una domanda che attualmente è di circa 550mila viaggiatori.

Accesso ai luoghi di lavoro

Con la fine dello stato di emergenza, come riportano i colleghi di NewsPrima.it cadranno anche alcune specifici utilizzi del Green Pass sui luoghi di lavoro.

  • Dal 1° aprile 2022 sarà possibile per tutti, compresi gli over 50, accedere ai luoghi di lavoro con il green pass base (vaccinazione, avvenuta guarigione o esito negativo di test molecolare o antigenico). La vera deadline della certificazione verde, in questo caso, è fissata al 1° maggio 2022, quando l'obbligo del Green Pass sarà cancellato.
  • La possibilità di ricorrere allo smart working nel settore privato senza l’accordo individuale tra datore e lavoratore, e quindi ancora con un regime semplificato, è prorogata al 30 giugno 2022, così come lo svolgimento del lavoro agile per i lavoratori fragili.

Attività all'aperto e trasporto pubblico

  • Per quanto riguarda tutte le attività lavorative all'aperto, dal 1° aprile 2022 non sarà più necessario il Green Pass. Per accedere a bar e ristoranti all'aperto non sarà più obbligatorio esibire la certificazione verde. Non sarà più richiesto neanche per accedere a negozi, gli uffici pubblici, in banca o alle poste.
  • Tale decisione vale anche per il trasporto pubblico locale e regionale (treni, bus, metro e tram). L'esibizione del Green Pass, anche quello base, scadrà per tutte le attività al chiuso a partire dal 1° maggio 2022.

Stadi ed eventi sportivi

  • Dal 1° aprile decade ovunque il limite alle capienze nelle strutture. Anche la capienza degli stadi, quindi, tornerà al 100%. Per accedervi sarà richiesto il Green pass base.

Scuola

Il decreto del Consiglio dei ministri prevede differenti misure a seconda dell'ordine e grado della scuola:

  • Scuole dell'infanzia e servizi educativi per l'infanzia: in presenza di almeno quattro casi tra gli alunni nella stessa sezione/gruppo classe, le attività proseguono in presenza e docenti, educatori e bambini che abbiano superato i sei anni utilizzano le mascherine FFP2 per dieci giorni dall'ultimo contatto con un soggetto positivo. In caso di comparsa di sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo all'ultimo contatto, va effettuato un test antigenico rapido o molecolare o un test antigenico autosomministrato. In quest'ultimo caso l'esito negativo del test è attestato con autocertificazione.
  • Scuole primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado e sistema di istruzione e formazione professionale: in presenza di almeno quattro casi di positività tra gli alunni, le attività proseguono in presenza e per i docenti e per gli alunni che abbiano superato i sei anni di età, è previsto l'utilizzo delle mascherine FFP2 per dieci giorni dall'ultimo contatto con un soggetto positivo. In caso di comparsa di sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo all'ultimo contatto, va effettuato un test antigenico rapido o molecolare o un test antigenico autosomministrato. In quest'ultimo caso l'esito negativo del test è attestato con autocertificazione.
  • Isolamento: gli alunni delle scuole primarie, secondarie di primo grado, secondarie di secondo grado e del sistema di istruzione e formazione professionale, in isolamento per infezione da Covid, possono seguire l'attività scolastica nella modalità di didattica digitale integrata accompagnata da specifica certificazione medica che attesti le condizioni di salute dell'alunno. La riammissione in classe è subordinata alla sola dimostrazione di aver effettuato un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo.

Ospedali ed Rsa

  • Per quanto riguarda le visite da parte di familiari e visitatori alle persone ricoverate all’interno di ospedali e Rsa sono consentite fino al 31 dicembre 2022 solo con il Super Green Pass.

Per chi resta l'obbligo vaccinale

  • L’obbligo vaccinale resta in vigore fino a fine anno per il personale sanitario e Rsa. Attualmente l’ultima tappa che prevede il “capolinea” per tutte le restrizioni è il 15 giugno, quando è prevista la fine dell’obbligo vaccinale per gli over 50.
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie