Attualità
Street art

Condomini chiedono un murales... contro i writers

L'idea a Monza: in via Talamoni è stata riprodotta l'antica porta di via De Gradi

Condomini chiedono un murales... contro i writers
Attualità Monza, 19 Ottobre 2022 ore 11:55

Un murales finanziato dai condomini della via stanchi di dover continuamente ridipingere le mura del loro palazzo. Nasce così il bellissimo esempio di street art in via Talamoni all'angolo con via De Gradi a Monza.

Street art vera sul condominio

«El punt de la Mariota» in via Monsignor Luigi Talamoni è infatti un murales finanziato dai condomini della via alle prese con continue lotte con i writers che imbrattano i muri del palazzo, costringendo più volte a ritinteggiarli. Da qui la decisione di promuovere arte vera.  «Sono stato contattato da uno dei condomini nel mese di marzo per la realizzazione di questo murales -  ha raccontato a Primamonza.it Umberto Voxci, in arte JoePalla, autore dell’opera. «Si tratta di un lavoro di gruppo. Tutto ciò è stato reso possibile dalla collaborazione con streetartpiu e in particolare con Felice Terrabuio che ha portato avanti la pratica che ha ricevuto l’autorizzazione del Comune di Monza».

El punt de la Mariota

E alla fine ne è uscito un lavoro con una tecnica moderna come il murales insomma, per un soggetto che invece rimanda alla storia medievale di Monza. «La mia idea è stata quella di rappresentare el punt de la Mariota, la vecchia porta della famiglia De Gradi, con l’intento di riprendere un discorso storico e riadattarlo con la mia tecnica in una chiave di lettura moderna e contemporanea», ha spiegato JoePalla. All’interno della torre costruita dalla famiglia De gradi, infatti, lavorava un’ortolana, la Mariota, alla quale è stato successivamente dedicato il ponte per la sua fama.

I graffiti non autorizzati

L'originale idea è quella di cercare di fronteggiare gli imbrattamenti dei muri sostenendo invece opere artistiche autorizzate e riconosciute. Un intento che Terrabuio con la sua Streetartpiu porta avanti da anni con l’intento di migliorare questa situazione di degrado che riguarda ormai tutte le città, Monza compresa. Gli ultimi lavori apparsi a Monza, in ordine cronologico, sono invece la grande testa di Medusa raffigurata sempre da Joe Palla presso la curva parabolica dell'Autodromo (sua è anche la decorazione di una cabina elettrica di fronte all'Ospedale Vecchio con l'immagine dello Stregatto) e i murales realizzati presso la sede della Cgs in via Solferino, nel progetto della riqualificazione dell'ex polo industriale. Ora non  resta che attendere domenica per vedere l’opera terminata (e inaugurata ufficialmente), sperando che nessuno la rovini prima.

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie