Star bene

Consigli e numeri utili per affrontare il caldo d'estate

La campagna informativa di Spi Cgil e Auser in Brianza rivolta in particolar modo alle persone fragili.

Consigli e numeri utili per affrontare il caldo d'estate
Attualità Brianza, 21 Luglio 2021 ore 17:41

Uscire di casa nelle ore meno calde della giornata, indossare un abbigliamento adeguato e leggero, bere con regolarità e alimentarsi in maniera corretta, conservare correttamente i farmaci. Questi sono solo alcuni dei consigli che si possono leggere sui manifesti che saranno esposti fino al 15 agosto grazie alla iniziativa di Spi Cgil e Auser di Monza e Brianza.

Consigli e numeri utili per affrontare il caldo d'estate

Quasi 1.500 manifesti affissi in diversi comuni della Brianza e oltre 5.000 volantini informativi distribuiti nelle sedi Spi Cgil e Auser con le “10 regole d’oro” per difendersi dal caldo estivo. È la campagna di comunicazione dirompente organizzata per proteggere la popolazione più esposta dai rischi delle alte temperature di stagione.

Spi Cgil Monza e Brianza e Auser, nella campagna di comunicazione, indicano anche due numeri di telefono ai quali potersi rivolgere in caso di necessità: 800 955 988, oppure 039 2731 149. Il primo è un numero verde e si può chiamare da rete fissa; il secondo, invece, è dedicato ai telefoni cellulari. Il servizio è gestito da Auser Filo d’argento ed è pensato per fornire informazioni utili e aiuto concreto.

Attenzione soprattutto alle persone più vulnerabili

“Per affrontare il caldo senza rischi ci sono alcune regole che tutte le persone, e in particolare quelle più vulnerabili, devono seguire”, dichiara Anna Bonanomi, segretaria generale dello Spi Cgil di Monza e Brianza. “Diventa importante informarsi e chiedere aiuto quando necessario”, continua Bonanomi, che spiega: “I principali fattori di rischio che aumentano la suscettibilità individuale agli effetti delle alte temperature sono l’età avanzata e la presenza di patologie, oltre ad alcuni fattori ambientali e sociali come la solitudine e una condizione abitativa sfavorevole. Per questo motivo diventa fondamentale prevenire eventuali difficoltà anche chiedendo aiuto”.

“Un supporto in tal senso – conclude la segretaria generale dello Spi in Brianza – può essere trovato anche in tutte le sedi dello Spi Cgil e di Auser della nostra provincia”.

Necrologie