Scintille a San Fruttuoso

Consulta spaccata "e delegittimata": scintille tra le fazioni

Un botta e risposta che arriva dopo un anno difficile per l'organo partecipativo

Consulta spaccata "e delegittimata": scintille tra le fazioni
Attualità Monza, 01 Luglio 2021 ore 18:45

Consulta spaccata "e delegittimata": scintille tra le fazioni.  Il botta e risposta, dopo l'incontro che si è tenuto nella mattinata di sabato, il 26 giugno 2021, in via Tazzoli, a San Fruttuoso, Monza, organizzato da una una parte dei membri della Consulta che hanno voluto togliersi non pochi sassolini dalle scarpe. E, immediata, è arrivata la replica.

"Hanno delegittimato la consulta"

Un anno difficile, per la consulta di San Fruttuoso, che da ultimo ha visto (a fine maggio) anche le dimissioni dell'ormai ex coordinatrice Giustina D'Addario.

Marco Fraceti si è espresso sul tentativo di delegittimazione della consulta "avvenuta a opera di un gruppo di neo-iscritti che hanno chiesto la destituzione della coordinatrice, senza presenziare alle riunioni - ha spiegato - In questo quartiere c’è un gruppo che mette in primo piano il confronto democratico e un altro che ha abbandonato gradualmente questo aspetto, arrivando alla denigrazione e all’effettiva delegittimazione delle coordinatrici". Fraceti ha quindi elencato le problematiche che hanno afflitto la consulta negli ultimi mesi: dalle mancate risposte dell’assessore alla Partecipazione, Andrea Arbizzoni,  alle minacce sui post di Facebook della consulta e agli attacchi nei confronti dell’ormai ex coordinatrice.

"E' l'ennesima sceneggiata"

"Non c'è nessuna delegittimazione della Consulta di San Fruttuoso, anzi il contrario. La delegittimazione l’hanno fatta coloro che hanno gestito questo organismo negli ultimi anni, con risultati zero per il quartiere". Il gruppo di Cittadini attivi San Fruttuoso non ha dubbi e respinge al mittente le accuse Parole cui hanno fatto eco le dichiarazioni del comitato Cittadini Liberi Triante e San Fruttuoso. "La sceneggiata della "nomenklatura" di San Fruttuoso continua.  Il quartiere ha bisogno di una consulta trasparente, efficiente, propositiva, coordinata da qualcuno che sia in grado di raccogliere le istanze dei cittadini, ordinarle, proporre idee con energia alla Amministrazione Comunale. Quello che non è stato fatto negli ultimi anni".

 

Necrologie