Attualità
Cambio della guardia a Lissone

Croce Verde: dopo anni l'ex presidente torna... da presidente

Giacomo Chiapparone è stato eletto alla guida dei volontari della storica associazione di soccorso

Croce Verde: dopo anni l'ex presidente torna... da presidente
Attualità Monza, 15 Dicembre 2022 ore 08:10

Cambio della guardia ai vertici della Croce Verde di Lissone. L'assemblea ha eletto il nuovo consiglio direttivo e il nuovo presidente.

Croce Verde: Chiapparone torna presidente

Dopo le «dimissioni in massa» dei mesi scorsi, la storica associazione di 118 ha rinnovato le cariche. Giacomo Chiapparone, già presidente del sodalizio, torna alla guida dei volontari della Caserma di via Alberto da Giussano.

Il nuovo consiglio direttivo conferma e rilancia la presenza sul territorio che con fermezza e senza male interpretazioni assicura e rassicura tutti coloro che temevano cambiamenti ai progetti e servizi che da 50 anni porta avanti sul territorio e non solo. Sicuramente negli ultimi anni siamo stati messi a dura prova dalla pandemia che ha coinvolto il mondo intero rompendo equilibri, certezze, e protocolli. La nostra priorità sarà il reclutamento di nuovi volontari di cui siamo in sofferenza e auspicandoci un interesse alla nostra associazione per il tipo di volontariato attivo che si divide in tre opportunità: centralinista, servizi socio-sanitari e soccorritore di emergenza urgenza.

Chiapparone sarà affiancato dal vice Giuseppe Tarenghi, da Flavio Tremolada, Guido Poggetti, Imane Ammari, Mario La Grutta, Massimiliano Castello, Raul Cesana e Marcello Oggioni.

Anno nuovo, progetti nuovi

Con l'arrivo del 2023 inizierà anche la campagna di reclutamento per la ricerca di nuovi volontari.

Un plauso e ringraziamento vogliamo rivolgerlo a tuti i volontari, dipendenti e tutti coloro che si sono prodigati a gestire e soccorrere nel periodo pandemico chi aveva bisogno d’aiuto, facendo quanto potevamo fare da soccorritori volontari con dedizione e instancabile lavoro al pari di medici e infermieri con turnazioni e problematiche incalzanti in quel periodo.

Ha continuato il neo-presidente appena riconfermato: "Un altro settore da riprendere sicuramente è la didattica scolastica partendo dalla scuola dell’infanzia per proseguire alle scuole elementari, medie e superiori dove raccontandoci e insegnando le basi del soccorso si possa creare la responsabilità e senso civico che da adulti potranno avere nel loro bagaglio di vita utile alla società ma soprattutto a sè stessi".

Altro avvenimento importante ce si terrà nel corso dell’anno e il 50esimo dell’associazione in via di programmazione che sarà scandita da eventi e collaborazioni con istituti scolastici e associazioni sul territorio e sicuramente dal sostegno del Comune di Lissone.

LEGGI L'EDIZIONE DIGITALE DEL GIORNALE DI MONZA

Seguici sui nostri canali
Necrologie