Attualità
Il progetto

Dalla Visconta a Cazzano: primo passo verso l'atteso collegamento

Grazie a un Piano attuativo legato a un'azienda besanese in espansione

Dalla Visconta a Cazzano: primo passo verso l'atteso collegamento
Attualità Caratese, 16 Dicembre 2021 ore 16:21

Una nuova area produttiva nascerà a Besana in Brianza, lungo via Rivabella, e porterà con sé la prima porzione di un’opera pubblica attesa da tempo: il collegamento tra la Visconta e il centro di Cazzano.

Un'azienda si espande

Si tratta del piano attuativo denominato Vis P1 promosso dalla «Fap srl»: la società, con sede in via Verga a Valle Guidino, è tra i principali player europei nella produzione di impianti di estrusione per film espanso di alta qualità, avvolgitori automatici e linee di laminazione; vuole espandersi sul territorio affiancando al sito produttivo già esistente anche un nuovo comparto adibito a laboratorio di ricerca e a produzione. Un’area di circa 3 mila metri quadri che sorgerà lungo la Provinciale, nelle vicinanze dell’incrocio semaforico con via San Camillo, e che garantirà «il rispetto dell’ambiente circostante» con l’utilizzo di «recinzioni di tipo trasparente, la piantumazione di nuove essenze autoctone e delimitazioni mediante siepi basse», come si legge nella relazione tecnica del progettista Mauro Sironi.
La buona notizia per i residenti della zona è che la società, a scomputo degli oneri di urbanizzazione (pari a 191 mila e 490 euro), realizzerà un tratto di ciclo pedonale dal nuovo comparto industriale all’intersezione semaforica.

Primo passo verso il collegamento

«E’ il primo passo per dare finalmente ai cittadini il collegamento tra la Visconta e Cazzano, non più passando da via San Camillo, dove transitano le auto, ma tramite un percorso che attraverserà in completa sicurezza i terreni agricoli fino a via della Fontana (traversa di via San Clemente, ndr) - ha spiegato il sindaco Emanuele Pozzoli - E’ positivo inoltre che un’azienda besanese cresca, scegliendo di restare in città».
Il piano attuativo è stato adottato giovedì scorso dalla Giunta in quanto conforme al Pgt vigente; il disco verde è arrivato a seguito del tavolo tecnico al quale hanno partecipato anche Provincia e BrianzAcque e del passaggio in commissione Urbanistica.

Necrologie