Attualità
Vimercate

Davanti alla tomba di Simone ad un anno dalla tragica morte

In memoria del giovane ucciso realizzati, nel giorno del primo anniversario della morte, anche due murales.

Davanti alla tomba di Simone ad un anno dalla tragica morte
Attualità Vimercatese, 01 Ottobre 2022 ore 16:00

Un lungo silenzio colmato da abbracci, lacrime ma anche qualche sorriso. Erano tanti gli amici che questa mattina, sabato 1 ottobre,  si sono ritrovati al cimitero di Vimercate per ricordare, in occasione del primo anniversario della tragica morte, Simone Stucchi, per tutti "Limo", il 22enne di Vimercate ucciso a coltellate il 29 settembre dello scorso anno durante una rissa a Pessano con Bornago.

Guarda le foto

image_6487327 (21)
Foto 1 di 6
56206199_image_6487327 (22)
Foto 2 di 6
murales
Foto 3 di 6
murales1
Foto 4 di 6
image_6487327 (24)
Foto 5 di 6
image_6487327 (23)
Foto 6 di 6

Stretti alla famiglia

Una cinquantina almeno i giovani che si sono letteralmente stretti ad Andrea Stucchi, la sorella di Simone presente davanti alla tomba in rappresentanza anche dei genitori, Massimiliano e Daniela.

Due murales e una app

Tra i presenti anche molti di coloro che nei giorni scorsi hanno preso parte al lavoro per la realizzazione di due murales (coordinati dallo staff di Bepart e insieme agli artisti di Team Art Studio), in via XXV Aprile, davanti allo stabile che ospita la sede del Centro di aggregazione comunale.

Progetto, «Vimercate Popup» voluto dal Comune e in particolare dagli assessorati alle Politiche giovani e alla Cultura in collaborazione con "Long life Limo", l’associazione creata da Andrea Stucchi proprio in memoria del fratello per stimolare i giovani al rispetto della vita. Tema del murale: la pace, quanto mai attuale.

Oltre all’opera, i ragazzi hanno lavorato per la realizzazione di un’app che a breve consentirà, inquadrando i murales con il telefonino, di "animare" l’opera.

L'inaugurazione e poi la riapertura del Centro di aggregazione giovanile

"Opera che verrà inaugurata ufficialmente il prossimo 22 ottobre - ha spiegato l’assessore alle Politiche giovanili Riccardo Corti, anche lui impegnato in prima persona nella realizzazione - Nel frattempo stiamo anche lavorando per la riapertura del Centro di aggregazione giovanile, chiuso da qualche anno. Speriamo di poterlo fare, grazie ad Offertasociale e ad Aeris che si occuperà della gestione, già entro ottobre o, al più tardi, entro la fine dell’anno".

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie