Attualità
Sponsorizzato

«Dimmi cosa mangi, potrei spiegarti come prevenire la piorrea»

I preziosi consigli sull’alimentazione dei dottori Gianluca Santoni e Andrea Ormellese del Centro Medico Brianza

«Dimmi cosa mangi, potrei spiegarti come prevenire la piorrea»
Attualità 25 Ottobre 2022 ore 04:00

Dimmi cosa mangi... «Noi siamo quello che mangiamo», sosteneva nel XIX secolo il filosofo tedesco Feuerbache. «Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo», ammoniva decine di secoli prima di lui il medico dell'Antica Grecia, Ippocrate.

Dimmi cosa mangi... Entrambi avevano ragione

«Ebbene, entrambi avevano ragione - rivelano i dottori Andrea Ormellese e Gianluca Santoni del Centro Medico Brianza - Esistono infatti oggi fior di studi clinici che hanno dimostrato come il ruolo della nutrizione vada ben oltre quello di fornire all’organismo un semplice apporto energetico. Piuttosto, ogni alimento contiene nutrienti che condizionano il corpo umano e il suo stato di salute».

Macronutrienti e micronutrienti

Sia Santoni che Ormellese convengono sull'importanza di una dieta equilibrata in termini di macro e micronutrienti: «Oggi la bilancia pende troppo dalla parte dei macronutrienti (carboidrati, lipidi e proteine), a svantaggio dei micronutrienti (magnesio, potassio, calcio e antiossidanti, tra gli altri) - affermano i due odontoiatri - Questo può ostacolare il regolare svolgimento di alcuni processi biochimici nel nostro organismo e, soprattutto, attenuare le difese delle cellule dai danni ossidativi provocati dai pericolosissimi radicali liberi. Un'alimentazione errata, naturalmente, ha conseguenze anche sulla salute orale favorendo l'insorgere di patologie quali la malattia parodontale. Questa, se associata a una scarsa igiene orale, può manifestarsi anche nelle sue forme più gravi, compromettendo i denti, le gengive e la loro funzione».

Quali alimenti favoriscono la parodontite?

«Senza dubbio quelli ricchi di zuccheri semplici e carboidrati. In realtà, però, non è tanto ciò che mangiamo che può procurare danni alla bocca; a far la differenza sono piuttosto le quantità che ingeriamo - spiegano i dottori dal loro studio di Cornate d'Adda - Per evitare problemi dovremmo evitare che il rapporto tra Omega 6 (contenuti prevalentemente nelle farine utilizzate a livello industriale, per esempio per fare i biscotti) e Omega 3 (presenti soprattutto nel pesce azzurro e nella verdura) scenda sotto il 2:1 o superi il 5:1. Si pensi che, invece, nella nostra società tale rapporto tra acidi grassi può raggiungere facilmente anche 20:1, il che è assolutamente insalubre per il nostro benessere».

L'importanza delle vitamine

Accanto al bilanciamento tra i due tipi di acidi grassi, nell'alimentazione quotidiana non dovrebbe mai mancare neanche il corretto apporto di vitamine. «Sono soprattutto la vitamina C e la vitamina D a ricoprire un ruolo fondamentale per la salute della bocca. Da non tralasciare, inoltre, la necessità integrare la dieta con sali minerali, quali calcio, magnesio e di antiossidanti. Non si tratta, però, di reperire singoli alimenti che contengano questi nutrienti e mangiarli, ma di osservare un vero e proprio regime alimentare quotidiano che permetta di raggiungere per ogni nutriente le quantità quotidiane consigliate. «Tra gli alimenti indicati al conseguimento e mantenimento della salute orale segnaliamo la verdura fresca di stagione, meglio se cruda; frutta fresca e disidratata come, per esempio, l'uva sultanina; frutta secca (oleosa a guscio come noci, nocciole e mandorle); pesce fresco e azzurro ricco di Omega 3; legumi che non dovrebbero mai mancare nella dieta quotidiana; cereali integri (intero chicco, come farro, orzo, riso integrale ecc.); acqua dall'elevato residuo fisso (più di 500 mg/l); latte e derivati, determinante per l'apporto di calcio.
Infine, quotidianamente bisognerebbe assumere anche vitamina D, ma poiché è presente solo in modestissime quantità in pochissimi alimenti, il consiglio del dentista è quello di esporsi al sole una mezz'ora al giorno, ovviamente con le dovute protezioni e cautele. La principale fonte di vitamina D per il corpo umano, infatti, è proprio concentrata nei raggi della nostra meravigliosa stella».

Dimmi cosa mangi, ti spiego come prevenire la piorrea: informazioni

Per informazioni su questo interessante tema, o appuntamenti per prime visite, lo staff del Centro Medico Brianza è a disposizione presso la sede di Cornate d'Adda, in via Castello 5/A.
Tel. 039.6095873.

Seguici sui nostri canali
Necrologie