Attualità
Sicurezza e presidio del territorio

Due agenti per ogni quartiere: a Monza prende il via il nuovo servizio di presidio del territorio

Gli agenti - una decina quelli attualmente in forza per questa prima fase - sono identificabili dalla banda a scacchi bianca e rossa inserita nel berretto

Due agenti per ogni quartiere: a Monza prende il via il nuovo servizio di presidio del territorio
Attualità Monza, 22 Dicembre 2022 ore 16:28

Tra gli obiettivi ci sono quello di garantire una presenza fissa degli operatori nelle piazze, nei giardini e spazi pubblici e nei luoghi di aggregazione dei quartieri e quello di offrire ai cittadini l’opportunità di ricevere informazioni, segnalare direttamente situazioni anomale, aumentare la percezione della sicurezza in città.

Due agenti per ogni quartiere

Con queste premesse ha preso avvio in questi giorni a Monza il nuovo servizio degli agenti di quartiere: un servizio attraverso il quale l’Amministrazione intende promuovere il presidio costante del territorio, istituendo un presidio di polizia ‘sociale’, composta da due agenti, per ciascuno dei macro-quartieri della città.

agenti3
Foto 1 di 3
agenti1
Foto 2 di 3
agenti2
Foto 3 di 3

Come funziona

Il servizio viene svolto quotidianamente da una pattuglia composta da due operatori fissi per ciascun macro-quartiere. Gli agenti - una decina quelli attualmente in forza per questa prima fase - sono identificabili dalla banda a scacchi bianca e rossa inserita nel berretto e assicurano tutte le funzioni previste dalla legge e dai regolamenti della Polizia Locale.
Pur godendo di autonomia operativa nelle diverse materie di competenza della Polizia locale, in caso di necessità possono avvalersi del supporto delle unità specialistiche del Comando.

I compiti

Tra le funzioni assegnate rientra il presidio mobile; l'interrelazione costante con le consulte; accertamenti informativi e notifiche; la relazione diretta con i referenti delle Associazioni di controllo di vicinato; gli accertamenti per il rilascio delle attestazioni di ricongiungimento familiare per i cittadini stranieri; gli accertamenti e adempimenti vari su richiesta di altri uffici/enti; la prima gestione delle segnalazioni ricevute dai cittadini con inoltro ai competenti uffici e successiva verifica dell’esito; i controlli sul rispetto dei Regolamenti Comunali; la sorveglianza 'protettiva’ nei pressi delle scuole, delle aree verdi e dei luoghi ‘sensibili’

La loro una "funzione imprescindibile"

“Gli agenti di quartiere interpretano nel quotidiano una funzione imprescindibile per la Polizia Locale, ovvero la conoscenza capillare del territorio, dei suoi diversi bisogni ed esigenze – spiega l’Assessore alla Sicurezza e Polizia Locale Ambrogio Moccia -  Capacità di ascolto e attenta sorveglianza sono le azioni che consentiranno di cogliere e affrontare con prontezza eventuali criticità”.

Sarà potenziata, inoltre, la vigilanza in alcune zone, ritenute aree sensibili, per scoraggiare i fenomeni di illegalità e di degrado urbano grazie all’aumento del presidio del territorio.

Sarà accresciuta, oltre alla reale, altresì la sicurezza percepita anche grazie alla risoluzione di piccoli problemi e alla gestione delle segnalazioni più complesse, o con il corretto indirizzamento agli uffici competenti o, per situazioni di criminalità, alle Forze di Polizia.

Seguici sui nostri canali
Necrologie