L'esempio di Marco

Finisce la scuola e si propone come tuttofare per l'estate "Vorrei essere d'aiuto"

Il singolare annuncio lasciato per le vie di Meda da un 14enne che ha da poco concluso le scuole medie Anna Frank.

Finisce la scuola e si propone come tuttofare per l'estate "Vorrei essere d'aiuto"
Attualità Seregnese, 18 Luglio 2021 ore 14:00

Un biglietto originale, un misto di buona volontà, altruismo e un pizzico di sana ingenuità adolescenziale.
Il risultato? Una bella storia da raccontare. E’ quella di Marco Perrone, 14 anni a settembre, un ragazzino di Meda che ha da poco concluso le medie alla scuola Anna Frank.

Finisce la scuola e si propone come tuttofare per l'estate "Vorrei essere d’aiuto"

"Mi chiamo Marco, ho 14 anni e quest’estate vorrei essere d’aiuto. Sono disponibile gratuitamente tutti i giorni per commissioni e piccoli lavori domestici. Se hai bisogno di ritirare la spesa, farmaci, portar fuori il cane, sistemare il giardino o qualsiasi cosa che non riesci a fare, chiamami e ci metteremo d’accordo. Non ho molta esperienza, ma mi impegno molto e spero di aiutare chi ha bisogno", si legge nel simpatico volantino apparso per le vie della città.

"Ho deciso di propormi per questi lavoretti perché da qui a settembre avrò abbastanza tempo libero – racconta Marco, che dopo le vacanze inizierà la scuola alberghiera in Valsassina – So fare un po’ di tutto. E’ un’idea nata con mio papà, che mi ha spronato per darmi da fare. Lo faccio gratuitamente, senza alcun problema, certo se poi ci fosse qualche mancia... Anche se a dir la verità finora non ha chiamato nessuno».
Tanta buona volontà e spirito d’iniziativa al servizio della collettività per l’orgoglio di mamma Giulia e papà Paolo.

Come è nata l'idea

Proprio quest’ultimo conferma: "E’ nato tutto da una tavolata tra amici dove si discuteva dell’importanza che i ragazzi, dopo un’annata così particolare segnata dal Covid, avessero voglia di far qualcosa, rendersi utili. Marco ha ascoltato questi ragionamenti e subito ne è rimasto entusiasta".

Dopo un anno molto difficile

Il riferimento a questo anno e mezzo caratterizzato dalla pandemia non è casuale.

"L’impegno scolastico è stato fortemente penalizzato, di tempo chiusi in casa con in mano cellulari o tablet i nostri ragazzi ne hanno passato fin troppo. Ben venga la possibilità di rendersi utile, cercare di capire come si può iniziare a essere indipendenti. E’ vero, finora non ha chiamato nessuno, ma è comprensibile ci sia un po’ di diffidenza. Uno spot per mio figlio? Beh, ha 14 anni, ma è alto 1,75 e pesa 80 chili, quindi va un po’ da sé che possa cavarsela bene con i lavori manuali".

Per contattare Marco è possibile chiamare il numero 3911471397.

Necrologie