Attualità
Bovisio Masciago

Finisce la scuola, i ladri rubano 12 computer

Nella notte tra mercoledì e giovedì scorso sono entrati da una porta secondaria della primaria Agnesi di via Don Mariani facendo man bassa di portatili.

Finisce la scuola, i ladri rubano 12 computer
Attualità Desiano, 19 Giugno 2022 ore 15:00

Un amaro primo giorno di vacanze per la scuola primaria Agnesi di via Don Mariani a Bovisio. Nella notte tra mercoledì e giovedì alcuni ignoti si sono introdotti nel plesso e hanno rubato dodici computer portatili. Giusto il tempo di concludere le lezioni mercoledì pomeriggio e appena qualche ora dopo, con il calare della notte, i ladri hanno pensato bene di sottrarre materiale prezioso per la didattica.

Finisce la scuola, i ladri rubano 12 computer

In tarda serata o durante la notte, i furfanti si sono intrufolati nella scuola dopo aver forzato una porta antipanico del refettorio. Hanno scelto una zona sul retro del plesso, che affaccia su un terreno, in modo da poter agire indisturbati. Una volta dentro hanno girato nelle classi trafugando 12 computer portatili, di cui 10 prelevati dalle classi e due da un altro spazio di lavoro. I pc erano appunto uno per aula perché collegati alle nuove lim con schermo touch screen che fungono da grande schermo e utilizzati dalle insegnanti per fare lezione.

Ad accorgersi dell’effrazione e quindi del furto è stato il primo collaboratore scolastico che giovedì alle 7,30 ha varcato la soglia della scuola, quindi ha avvisato la dirigente scolastica Fabiana Novello che ha allertato i Carabinieri, i quali sono intervenuti sul posto per un sopralluogo.

L’increscioso episodio lascia l’amaro in bocca. «Siamo molto dispiaciuti - ha ammesso la preside - quei portatili erano stati acquistati due anni fa con fondi europei per un bando Pon che il Comune si era aggiudicato. Chi ci rimette purtroppo sono i bambini, un gesto del genere va a danneggiare la comunità educante, i docenti sono stati privati di uno strumento molto utile per la didattica e per l’apprendimento degli alunni».
Con questi strumenti, l’Istituto comprensivo Manzoni, era arrivato ad un buon livello di dotazione tecnologica. «Eravamo giunti ad una fase di equilibrio tra apparecchi vecchi e nuovi, visto che c’era questo ricambio le lim ormai obsolete le stavamo donando ad associazioni del territorio o all’oratorio - ha ragionato Novello - adesso invece, a settembre, dovremo cercare reperire altri pc che però non sono nuovi».

Durante l’incursione i ladri hanno anche scassinato la macchinetta del caffé e della bevande, ma senza successo. «Non hanno trovato nulla perché il personale che si occupa del distributore era passato proprio nel pomeriggio per svuotarlo dalle monetine» ha spiegato la dirigente.

L'assessore "Doppio danno, sia alla scuola che al Comune"

Amareggiato per l’accaduto anche l’assessore all’Istruzione Simone Carcano. «E’ un doppio danno, sia alla scuola con i bambini che al Comune, perché si tratta di beni che avevamo acquistato grazie a fondi derivanti da un progetto Pon per rinnovare il patrimonio tecnologico delle scuole - ha premesso l’assessore - con gli uffici stiamo comunque valutando se la nostra assicurazione può coprire il furto di questi beni, anche se non si trovavano fisicamente in un ufficio comunale». L’ente locale sta quindi pensando di dotare il plesso Agnesi di un impianto di allarme.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie