Attualità
Diocesi di Lodi

I Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale restituiscono dei beni ecclesiastici rubati nel 2021

Si tratta di una croce d’altare, due candelieri, due stendardi processionali e un messale del valore inestimabile.

I Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale restituiscono dei beni ecclesiastici rubati nel 2021
Attualità Monza, 14 Aprile 2022 ore 11:03

I Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale di Monza hanno restituito alla Diocesi di Lodi beni ecclesiastici rubati.

Restituiti beni rubati in chiesa

Sono stati restituiti a Monsignor Maurizio Malvestiti, al vicario Don Bassiano Uggè e al direttore dell’Ufficio per l’Arte Sacra e i Beni Culturali, Don Flaminio Fonte, i beni ecclesiastici rubati lo scorso anno in alcune parrocchie della Diocesi di Lodi e recuperati dai Carabinieri del Nucleo per la Tutela del Patrimonio Culturale di Monza.

Che cos'era stato rubato

Si tratta di una croce d’altare in metallo argentato e dorato, due candelieri in lamina d’argento risalenti al XVIII secolo, due stendardi processionali e un messale stampato della Tipografia poliglotta vaticana.
I beni culturali ecclesiastici, eredità di valore inestimabile e testimonianze della fede e dell’identità religiosa delle comunità, costituiscono una parte importante del patrimonio storico e artistico del nostro Paese e richiedono un’attenta e costante attività di tutela.
Nei prossimi giorni sarà l’Ufficio per l’Arte Sacra e i Beni Culturali di Lodi a restituire tutti i beni, dopo la necessaria catalogazione, agli enti ecclesiastici da cui erano stati asportati.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie