Operazione ponti sicuri

I ponti della Milano - Meda di Binzago, Meda e Cesano superano gli stress test

Rinnovati i certificati di idoneità statica.

I ponti della Milano - Meda di Binzago, Meda e Cesano superano gli stress test
Attualità Seregnese, 02 Luglio 2021 ore 12:59

I ponti della Milano – Meda coinvolti nell'operazione ponti sicuri della Provincia superano un’altra sessione di prove, stress test, ed ottengono il rinnovo dei certificati di idoneità statica.

I ponti di Binzago, Meda e Cesano superano gli stress test

Erano tre i ponti coinvolti nell'ultimo monitoraggio avviato con diverse modalità in vista della scadenza dei certificati lo scorso 30 giugno 2021: Ponte P12 pk 139+318”(via Alessandro Manzoni, località Binzago); Ponte P26 pk 142+974 (via tre Venezie, località Meda); Ponte P14 pk 140+228 (scavalco via san Benedetto, località Cesano Maderno).

"Questa è un’altra buona notizia per gli utenti della Milano – Meda che è oggetto di monitoraggi ed attività di manutenzione continua per garantirne la sicurezza. Alcuni  ponti, in particolare, sono inseriti nei progetti di Pedemontana e in attesa di capirne lo sviluppo, la Provincia continua a garantite tutte le operazioni necessarie a certificarne la percorribilità" – commenta il Presidente Luca Santambrogio.

 Il ponte di Binzago e di Meda 

  • Ponte P12 pk 139+318”(via Alessandro Manzoni, località Binzago); Ponte P26 pk 142+974 (via tre Venezie, località Meda):

I due ponti P12 e P26 della SP ex SS n. 35 “Milano – Meda” hanno superato positivamente le prove di carico statiche eseguite nelle notti tra mercoledì 9 e venerdì 10 giugno.

I due nuovi certificati di idoneità statica ottenuta hanno validità estesa sino al 30 giugno 2022 e impongono limitazioni e prescrizioni del tutto analoghe ai precedenti, tra le quali l’obbligo di prosecuzione, per entrambe i ponti P12 e P26, dei monitoraggi strutturali continui.

Non sarà necessario, dunque, attuare alcuna variazione ai provvedimenti di limitazione già in essere: sia sul Ponte P12 (via Alessandro Manzoni, località Binzago) che sul Ponte P26 (via tre Venezie, località Meda) permarrà il divieto di transito per mezzi aventi massa superiore a 35 tonnellate.

L’elaborazione delle deformazioni registrate in fase di prova dalle strumentazioni appositamente collocate in sito, oltre che degli esiti dei monitoraggi strutturali continui condotti nel corso di un intero anno sui due ponti e dell’ispezione visiva, hanno infatti permesso di constatare per entrambe comportamenti elastici delle strutture sottoposte a carico e assenza di anomalie e criticità. In particolare, in fase di prove il ponte P12 è stato caricato con tre autocarri a tre assi per totali 98 tonnellate, mentre il ponte P26 è stato caricato con tre autocarri a tre assi e un autocarro a quattro assi per totali 140 tonnellate.

Ponte di Cesano

  • Ponte P14 pk 140+228 (scavalco via san Benedetto, località Cesano Maderno).

Il ponte P14 non è stato sottoposto a prova di carico statica, ma a sola disamina degli esiti dedotti dal monitoraggio strutturale continuo dell’ultimo anno e dall’ispezione visiva. Poiché la struttura ha manifestato comportamenti costanti e assenza di anomalie e criticità, ciò ha sostanzialmente consentito di estendere la validità del precedente certificato di idoneità statica sino al 31 gennaio 2022, mantenendo limitazioni e prescrizioni, tra le quali l’obbligo di prosecuzione del monitoraggio strutturale continuo.

Anche per il ponte P14 non saranno necessarie variazioni ai provvedimenti di limitazione già in essere. In particolare, permarrà, lungo la corrispondete viabilità superiore della SP ex SS n. 35, il divieto di transito per mezzi aventi massa superiore a 44 tonnellate e il divieto di sorpasso per i mezzi di massa superiore a 3.5 tonnellate.

Il monitoraggio statico del ponte P14 verrà assicurato ancora per i prossimi mesi, per poi essere definitivamente rimosso nel momento in cui il nuovo manufatto, realizzato esternamente, verrà “infilato” sotto all’attuale, materializzando così il nuovo ponte.

Il ponte, infatti, è inserito nella convenzione stipulata tra Regione Lombardia, Concessioni Autostradali Lombarde, Provincia MB e Autostrada Pedemontana Lombarda, che prevede l’erogazione da Regione a Concessioni Autostradali di un finanziamento pari a € 3.100.000,00, per le lavorazioni di rifacimento del ponte 14 e di abbattimento del ponte P10 (via maestri del lavoro scavalco SP ex SS n. 35, località Bovisio Masciago), come anticipazioni di attività già previste nel progetto complessivo di realizzazione della tratta B2 di Pedemontana. Lo scorso marzo, in applicazione della convenzione, Concessioni Autostradali ha attuato l’abbattimento del ponte P10, mentre per il ponte P14 si sono da poco concluse le attività propedeutiche di spostamento del metanodotto. Pertanto, da luglio 2021 verrà allestito il cantiere di rifacimento del ponte, con previsione di fine lavori a gennaio 2022.

5 foto Sfoglia la gallery
Necrologie