Attualità
Bella iniziativa

Il Centro diurno disabili festeggia 35 anni di attività

I ragazzi hanno donato "scacciapensieri" a tutti i commercianti di Cornate.

Il Centro diurno disabili festeggia 35 anni di attività
Attualità Vimercatese, 05 Dicembre 2021 ore 09:58

Il Centro diurno disabili di Cornate festeggia 35 anni di attività. I ragazzi hanno donato oltre 120 "scacciapensieri" a tutti i commercianti del paese.

Importante traguardo

Trentacinque anni e non sentirli. Grande traguardo per il Centro Diurno Disabili Cascina Fugazza, che proprio in questi giorni sta celebrando il suo 35esimo anniversario. La struttura, gestita da Offerta Sociale e da Solaris come cooperativa appaltante, rappresenta ormai un punto di riferimento per tutto il territorio.

"In totale seguiamo dodici ragazzi - spiega Elena Sorzi, coordinatrice del Cdd - La maggior parte sono residenti a Cornate, mentre altri arrivano da Comuni limitrofi come Busnago, Roncello e Ornago. Siamo molto orgogliosi di quanto abbiamo costruito in questi anni e abbiamo voluto festeggiare al meglio il raggiungimento di questo traguardo".

Accantonata l’idea di una grande festa per ovvie ragioni legate alla pandemia, il Cdd ha optato per un’altra via.

"Abbiamo creato una splendida collaborazione con il Comitato commercianti di Cornate - continua Elena Sorzi - Nel corso di questi ultimi due mesi i ragazzi hanno lavorato alla creazione di “scacciapensieri”, realizzati interamente a mano all’interno del Cdd. Una volta pronti li abbiamo consegnati a tutti i negozi di Cornate, Colnago e Porto d’Adda, in modo da raggiungere il maggior numero di persone possibile. I negozianti sono stati molto disponibili, accogliendoci con grande entusiasmo nelle loro attività".

"Scacciapensieri" e "scaccia Covid"

Dopo mesi di chiusura forzata causa Covid, la distribuzione dei gadget ha permesso ai ragazzi del Cdd di riassaporare il contatto diretto con la comunità di Cornate.

"Per loro è stato un momento di festa, ma anche di conoscenza e di scambio: hanno mostrato ancora una volta come Cascina Fugazza sia una risorsa importante per tutto il territorio, una parte attiva della comunità".

I gadget donati sono stati oltre 120.

"Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo - conclude Elena - Siamo riusciti a diffondere un’educazione sociale a favore dell’inclusione".

8 foto Sfoglia la gallery
Necrologie