Attualità
Iniziativa

Il Comune di Lesmo al fianco del San Gerardo con un Galà di Beneficenza

Un pranzo in Villa Mattioli per sostenere l'ospedale di Monza nell'acquisto di un ecografo per la struttura diagnostica senologica

Il Comune di Lesmo al fianco del San Gerardo con un Galà di Beneficenza
Attualità Vimercatese, 20 Gennaio 2023 ore 08:29

Il Comune di Lesmo e la sua cittadinanza si schiera al fianco dell'ospedale San Gerardo di Monza. Infatti, domenica 29 gennaio presso Villa Mattioli a Peregallo, si terrà un Galà di Beneficenza finalizzato alla raccolta di fondi per l’acquisto di un ecografo per la struttura diagnostica senologica.

Al fianco del San Gerardo

L’ospedale monzese è un punto di riferimento per la Sanità della Brianza e così per la stessa comunità di Lesmo. Per l’assessore alle Politiche sociali, Sara Dossola:

“Molte donne, anche concittadine, usufruiscono e continueranno a usufruire dei servizi di prevenzione quotidianamente erogati dal San Gerardo; anche questo impegno è rivolto al benessere collettivo”.

Il Galà di Beneficenza

Così, nel rispetto dei confini istituzionali, l’Amministrazione comunale, ha deciso di prestare ascolto alla richiesta di supporto pervenuta dall’Azienda Ospedaliera e, grazie alla preziosa collaborazione della proprietà di Villa Mattioli, ha organizzato l’evento benefico: un vero e proprio Galà dove un ricercato menù verrà servito all'ora di pranzo nella splendida cornice della magione sita in frazione Peregallo.

I tagli alla Sanità

Del resto, tutto il Servizio Sanitario Nazionale è stato duramente “colpito” dai tagli introdotti con la Nota di Aggiornamento del Documento di Economia e Finanza (NAFED), che delinea lo scenario per il triennio 2023 – 2025: parliamo di un deficit di oltre 2 miliardi di euro per il  2023 e un ulteriore taglio di oltre 3 miliardi di euro nel 2024. L’incidenza della spesa sanitaria sulla spesa pubblica complessiva passerà quindi dal 7,1% del 2022 al 6,1% nel 2025. Il tutto in una fase economica che vede un aumento dei prezzi dell’assistenza sanitaria e del “welfare state” in generale, già giunto al 10%.

L'importanza della prevenzione

La prenotazione può essere effettuata entro il 24 gennaio compilando l'apposito modulo di richiesta pubblicato sul sito del Comune di Lesmo e sarà ritenuta valida esclusivamente dopo il versamento di un contributo minimo di 80 euro a persona con bonifico bancario all'IBAN IT31U083293325000000040065.

“È in questo scenario che è maturata la scelta dell’Amministrazione - sottolinea il sindaco Francesco Montorio - La prevenzione è uno dei bisogni primari di tutti e la divulgazione di questa cultura dovrebbe essere uno degli obiettivi di ogni Amministrazione; un ringraziamento particolare va a Villa Mattioli, che ha risposto con generosità all’invito offrendo un importante supporto al Comune in questa scelta. Ci auguriamo che i cittadini di Lesmo aderiscano numerosi a questa iniziativa benefica a favore della comunità".

Seguici sui nostri canali
Necrologie