Attualità
Novità

Il Comune di Monza attiva il "Cassetto Fiscale"

Un altro passo nella digitalizzazione dei servizi.

Il Comune di Monza attiva il "Cassetto Fiscale"
Attualità Monza, 27 Aprile 2022 ore 18:08

Per conoscere la propria posizione contributiva, verificare lo stato dei pagamenti, recuperare documenti e inviare istanze ora si potrà utilizzare direttamente lo smartphone. Il Comune di Monza attiva il ‘Cassetto Fiscale’, il portale per i contribuenti che semplifica il rapporto con l'ufficio tributi.

Il Comune di Monza attiva il "Cassetto Fiscale"

Si parte con la Tari (Tassa sui Rifiuti), poi con il CUP (Canone Unico Patrimoniale) e si proseguirà con l’ IMU (Imposta Municipale Unica), per quest’ultima è comunque già possibile consultare la propria situazione dei pagamenti effettuati. Oltre che con i metodi tradizionali, ora si potranno presentare domande attraverso i moduli precompilati: occorre collegarsi al sito del Comune www.comune.monza.it, dove si troverà una sezione che ospiterà la piattaforma dedicata (https://monza.soluzionipa.it/), tramite cui accedere direttamente al servizio.

Di cosa si tratta

Si tratta di uno sportello virtuale accessibile tramite computer o telefonino, che accorcia le distanze e facilita la comunicazione tra il contribuente e l’ente. Ogni cittadino avrà infatti una propria area dedicata in cui sono conservate e sempre disponibili le informazioni tributarie che lo riguardano - compresi gli avvisi emessi e i relativi F24 - organizzate secondo diversi criteri. Significherà avere questo strumento telematico in tasca, a qualsiasi ora del giorno e della notte, in qualsiasi giornata dell’anno.

Un altro passo nella digitalizzazione dei servizi

“Con questo nuovo strumento telematico il Comune di Monza, dopo la digitalizzazione di vari servizi, compie un altro passo in avanti continuando ad agevolare la vita dei cittadini e andando incontro anche alle imprese, ai commercialisti e ai Caf – spiegano il Sindaco Dario Allevi e l’Assessore al Bilancio Rosa Maria Lo Verso – Siamo in un’epoca in cui dobbiamo fare i conti con ritmi frenetici, è importante quindi che le Amministrazioni pubbliche continuino a informatizzare i servizi. Almeno quelli per i quali vi è la possibilità di farlo, mettendo i contribuenti nelle condizioni di visionare le proprie posizioni ed effettuare i pagamenti senza necessariamente doversi rivolgere agli uffici competenti. Questa soluzione si integra ai servizi già tradizionalmente offerti, come la possibilità di calcolo online del tributo, la consegna via mail degli avvisi di pagamento e le aperture dell’ufficio tributi di via Arosio. Tutto questo in un’ottica di snellimento, di risparmio e di modernizzazione del settore”.

I servizi

Sono due le tipologie di servizi disponibili: pubblici, ad accesso libero, e privati, che necessitano di autenticazione tramite i processi di identità digitale. E’ possibile visualizzare i dati in possesso dal Comune relativi ai rapporti tributari con il cittadino, in particolare la situazione annuale degli immobili dichiarati ai fini della TARI (dall’anno corrente fino al 5° anno precedente), i pagamenti IMU, TASI e TARI effettuati (F24, bonifici e altro, dall’anno corrente fino al 5° anno precedente), nonché le rate TARI da pagare.

Il calcolo IMU offre inoltre la possibilità di effettuare il calcolo del tributo per l’anno di riferimento e per il quinquennio trascorso, con successiva generazione di un F24 per il pagamento.

Come accedere al portale

Diverse sono le modalità di autenticazione: i cittadini italiani possono utilizzare SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, oppure CIE, la Carta di Identità Elettronica, i professionisti devono entrare esclusivamente con SPID professionale di tipo giuridico, mentre i cittadini esteri si certificano tramite eIDAS (lo SPID europeo).

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie