Attualità
Lieto fine a Cesano Maderno

Il gatto disperso torna a casa dopo due anni e mezzo

Laura: "Una gioia immensa, non bisogna mai perdere la speranza".

Il gatto disperso torna a casa dopo due anni e mezzo
Attualità Seregnese, 05 Agosto 2022 ore 18:42

Sparito nel nulla il 31 dicembre 2019, il gatto "Silvano" torna a casa dopo due anni e mezzo. Il lieto fine a Cesano Maderno.

Il gatto "Silvano" torna a casa dopo due anni e mezzo

Avevano sparso la voce, girato in lungo e in largo l’isolato, tappezzato la città di volantini, aperto persino una pagina Facebook. Niente, di Silvano, sparito nel nulla il pomeriggio del 31 dicembre 2019 dalla sua casa di Cesano Maderno, nessuna traccia. Una mancanza durata fino a giovedì quando il caso ci ha messo “lo zampino” e Laura e William hanno saputo che il loro micio non solo era vivo, ma pronto a tornare a casa. Silvano era in giardino con la sua sorellina Margot a giocare quando, all’improvviso, forse per uno spavento, è scappato.

"Lo abbiamo cercato ovunque"

"Lo abbiamo cercato ovunque, in case, giardini e cantine, abbiamo volantinato in tutte le cassette della posta dell’isolato, siamo andati a verificare ogni segnalazione che ci arrivava, che fosse a Cesano o in un comune della zona, facendo anche appostamenti notturni - racconta Laura, il cuore gonfio di felicità - Niente: Silvano non c’era”. Quando nei giorni scorsi Laura ha ricevuto la telefonata di una donna che le chiedeva se fosse la proprietaria del gatto Silvano, “ero pronta all’ennesima segnalazione che poi finisce nel nulla” racconta la cesanese.

Ritrovato grazie al microchip

Invece no. La donna al telefono, voce gentile, la avvisa che il gatto è da lei da almeno un paio d’anni. E' stato il veterinario ad accorgersi, mentre lo visitava per una ferita alla coda, del microchip impiantato sotto la pelle, con tutte le informazioni per risalire al proprietario. “Io e il mio compagno lo sentivamo che Silvano non era morto e in fondo non abbiamo mai smesso di credere che lo avremmo riabbracciato, un giorno, ma è davvero indescrivibile quello che ci è successo  - spiega Laura - Dopo avere ricevuto la telefonata abbiamo pianto e riso insieme per un giorno intero, senza riuscire a prendere sonno la sera”. L’abbraccio, condito da calde lacrime, è avvenuto sabato pomeriggio quando i due cesanesi, di rientro dalle vacanze, si sono precipitati a Desio, a casa della donna che per due anni si è presa cura di Silvano.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie