Attualità
Villasanta

Il maestro di judo salva la vita ad una donna con un massaggio cardiaco

La monzese Angela Gazzaniga aveva accusato un malore in strada; Giuseppe Zica, responsabile del Judo Brianza, l’ha soccorsa praticandole il massaggio cardiaco

Il maestro di judo salva la vita ad una donna con un massaggio cardiaco
Attualità Vimercatese, 09 Novembre 2022 ore 09:39

È passato più di un mese da quella mattina di venerdì 30 settembre, quando alle 10 del mattino in Via Lecco a Monza, l’82enne monzese Angela Gazzaniga, mentre si recava dal parrucchiere ha avuto un malore e ha perso i sensi davanti alla pasticceria Viganò, al confine tra Monza e Villasanta.

Il massaggio cardiaco salvavita

Il destino ha teso una mano a due veri "angeli" che stavano uscendo dal locale e senza esitare hanno praticato il massaggio cardiaco tenendo in vita Angela, prima dell’arrivo dei soccorsi che l’hanno portata subito al San Gerardo di Monza. Un gesto eroico quello messo in atto da Pablo e Giuseppe Zica, che sono rimasti vicino ad Angela fino al suo trasporto in ambulanza.

Il villasantese Zica è un volto conosciuto all'interno del mondo sportivo villasantese. Originario di Napoli, 64 anni, ex metalmeccanico è insegnante di Judo dal 1981 nell’associazione Judo Brianza, dove insegna sia ai bambini sia a livello agonistico nella palestra di via Bestetti.

"Bisogna imparare l'arte della solidarietà"

Proprio per questo, al momento dell’incidente ha saputo subito come reagire e praticare la manovra perfettamente, in quanto per insegnare judo si è obbligati a partecipare al corso Dae di primo soccorso.

"In un mondo di continui scontri, egoismo e odio. – ha spiegato Zica – Bisogna imparare l’arte della solidarietà e di aiutare il prossimo nel momento del bisogno, questo è il messaggio più importante: non voltarsi mai quando c’è bisogno d’aiuto".

E probabilmente sono state queste le parole che risuonavano nella mente di Giuseppe, quando dall’interno della pasticceria, ha visto Angela accasciarsi a terra priva di sensi.

Un miracolo

"Appena ho iniziato a praticare il massaggio cardiaco si è svegliata. – ha continuato Zica – Per me è stato come un miracolo, quando ho visto i suoi occhi riaprirsi è stato come vedere la vita tornare. Aveva ripreso coscienza ed è stato un grande sollievo".

Due settimane fa, Angela è stata sottoposta ad un intervento chirurgico all’ospedale di Seregno, dove si trova ancora adesso, mentre attende il termine della riabilitazione per riprendere le forze e tornare in piedi più forte di prima.

"Sto aspettando che venga dimessa per poterla incontrare"

"Sto aspettando che venga dimessa per poterla incontrare – ha concluso il judoka – Nel frattempo sua figlia, Sonia Vimercati, è riuscita a trovarmi. Sapere che qualcuno ci stava cercando ci ha riempito di gioia. Noi volevamo sapere come fosse andata a finire, se stesse bene, se era riuscita a riprendersi dopo lo spaventoso malore. Ci siamo sentiti davvero sollevati nel sapere che era andato tutto per il meglio. Bisogna assolutamente aiutarsi in questi momenti, perché il prezzo da pagare è proprio quello della vita. Vorrei anche sensibilizzare tutti coloro che ancora non lo hanno fatto, di partecipare ad un corso di primo intervento. Queste cose possono accadere a chiunque, anche mentre si è in una pasticceria a fare colazione".

Seguici sui nostri canali
Necrologie